Cronaca

Detenuto in prigione in Guinea, fiaccolata per Roberto Berardi

La manifestazione organizzata dai familiari e amici dell'imprenditore pontino detenuto in prigione nella Guinea Equatoriale da 9 mesi, in programma per mercoledì 20 novembre a Latina

Una fiaccolata per Roberto Berardi. Latina si mobilita e si stringe intorno alla famiglia dell’imprenditore pontino detenuto nella prigione della Guinea Equatoriale da 9 mesi.

La paura di quanti gli vogliono bene è quella di non vederlo più; secondo quanto si apprende le condizioni di Roberto Berardi sarebbero pessime e la mamma e la sua famiglia continuano nella loro battaglia per vedere il 50enne libero e tornare finalmente fra i suoi cari.

Intanto crescono anche le adesioni al gruppo nato su Facebook con cui si chiede la liberazione di Roberto, mentre il caso sarà trattato anche durante la puntata di stasera della trasmissione televisiva di Rai3 “Chi l’ha visto?”.

La fiaccolata è invece in programma per mercoledì 20 novembre con partenza alle 20.30 da piazza Sam Marco a Latina per giungere, dopo aver attraversato le vie del centro cittadino, fino alla Prefettura.

“Roberto Berardi, imprenditore di Latina prigioniero nel carcere della capitale della Guinea Equatoriale in condizioni disumane, sottoposto a torture e senza cibo. Sta subendo da giorni torture fisiche e psicologiche, si teme ormai per la sua vita. Aiutateci a liberare Roberto – è l’appello dei familiari e degli amici che hanno organizzato la mobilitazione -. Vi chiediamo la massima condivisione”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto in prigione in Guinea, fiaccolata per Roberto Berardi

LatinaToday è in caricamento