Cronaca Centro / Piazza San Marco

Fiaccolata per Roberto Berardi, detenuto in Guinea Equatoriale da 2 anni

Nuova iniziativa per chiedere la liberazione dell'imprenditore pontino in carcere in Africa dal gennaio 2013. L'appuntamento è per stasera alle 18.30 in piazza San Marco da dove partirà il corteo

E’ solo l’ennesima iniziativa per mantenere alta l’attenzione sul caso di Roberto Berardi e chiedere la sua liberazione.

E’ in programma per oggi pomeriggio in centro la fiaccolata organizzata dai familiari e dagli amici dell’imprenditore pontino in carcere dal gennaio del 2013 nella Guinea Equatoriale e ora costretto ad una condizione di vita quasi disumana.

A presentare l’ultima mobilitazione - che arriva a poco più di un anno dall’altra fiaccolata organizzata nel novembre del 2013 - e a rinvolgere l'ultimo accorato appello è stata la la madre di Roberto Berardi, Silviana Malafronte, che insieme ad amici e familiari ha costituito un comitato, con una lunga nota pubblicato sulla pagina Facebook dedicata al figlio.

“Roberto è arrivato a pesare 50 kg e ha superato 5 attacchi di malaria. Vogliamo riportare Roberto a casa e non piangere sulla sua bara perché questa sarebbe una sconfitta per la famiglia, per tutta la città e per la Nazione” aveva detto.

L’appuntamento è per questa sera è alle 18.30 in piazza San Marco da dove prenderà il via il corteo che, dopo essersi snodato per le vie del centro di Latina, si concluderà davanti la Prefettura in piazza della Libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiaccolata per Roberto Berardi, detenuto in Guinea Equatoriale da 2 anni

LatinaToday è in caricamento