Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Sabaudia

Rom inseguiti dai carabinieri finiscono contro la recinzione di una pizzeria: denunciati

Pronti a compiere furti in abitazione, in auto avevano chiavi e grimaldelli. A borgo Podgora fermato un altro straniero sul quale pendeva un ordine di carcerazione

Inseguimento ieri a Sabaudia nel corso di un servizio straordinario di controllo finalizzato alla prevenzione dei furti in abitazione in occasione del ponte del primo maggio.

Erano circa le 16 di ieri quando i carabinieri delle stazioni di Sabaudia e borgo Grappa hanno individuato un’autovettura con a bordo due giovani rom domiciliati presso un campo nomadi della capitale.

I due si aggiravano con fare sospetto nei pressi di alcune abitazioni del centro di Sabaudia e, dalle circostanze rilevante, l’intento sarebbe stato quello di compiere furti. Alla vista dei militari i due si sono dati alla fuga e, durante l’inseguimento, a causa di una brusca manovra, sono finiti contro la recinzione di una pizzeria. Poi hanno provato a scappare a piedi ma sono stati subito bloccati.

All’interno dell’auto sono state rinvenute chiavi, grimaldelli e altri arnesi atti allo scasso. Per i due è scattata una denuncia.

Sempre nella giornata di ieri i carabinieri della stazione di borgo Podgora hanno fermato un 30enne romeno, in Italia senza fissa dimora, con precedenti per reati contro il patrimonio, poiché sorpreso, insieme ad altro connazionale, mentre si aggirava a bordo di un’auto, nei pressi del centro abitato di Borgo Carso.

Dai controlli effettuati sul posto, attraverso la banca dati elettronica, è emerso che nei suoi confronti pendeva un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze, dovendo espiare una pena residua di più di un anno di reclusione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rom inseguiti dai carabinieri finiscono contro la recinzione di una pizzeria: denunciati

LatinaToday è in caricamento