Roma-Latina, aggiudicata la gara d’appalto. Simeone: “Importante passo in avanti”

L’appalto per la realizzazione della Roma-Latina e della Bretella Cisterna Valmontone alla cordata italo-spagnola Sis. Consigliere regionale di Forza Italia: “Ora non resta che procedere: la Pontina non è più una strada. E’ una via crucis”

Appalto per la Roma-Latina ad una cordata italo-spagnola: ad ufficializzare la notizia il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone, che ora si augurano vengano aperti presto i cantieri.

“L’aggiudicazione della gara d’appalto per la realizzazione della Roma-Latina e della Bretella Cisterna Valmontone alla cordata italo-spagnola Sis, formata dal colosso iberico “Sacyr y Vallermoso” e controllata al 51% dal gruppo “Fininc” di Torino, non può che renderci soddisfatti” commenta l’esponente pontino alla Pisana.

“Un altro, importantissimo, tassello si aggiunge sul percorso che porterà, spero a breve, all’apertura dei cantieri per la creazione di una infrastruttura che era e resta fondamentale per le imprese, per la sicurezza dei cittadini e per lo sviluppo della provincia di Latina e di tutto il Lazio.

Comprendo ma non condivido ovviamente le contestazioni in corso perchè credo che lo sviluppo economico e la sicurezza dei pendolari non possano più attendere. Lo diciamo da sempre e lo confermiamo anche oggi. Le polemiche sono legittime ma a ridosso della posa della prima pietra di quest’opera strategica non hanno più alcun senso”.

“La Roma – Latina e la Cisterna Valmontone sono riuscite a superare molti ostacoli politici - continua ancora il consigliere regionale -, come dimostrano le dichiarazioni di senatori ed esponenti del centrosinistra. Il Ministero ha confermato le fonti di finanziamento.

Ora non resta che procedere e senza perdere altro tempo. La Pontina non è più una strada. E’ una via crucis inadeguata e pericolosa su cui si doveva intervenire da tempo.

E’ inaccettabile che, come confermano i recenti fatti di cronaca, tali ritardi si stiano pagando in termini di vite umane. E’ impensabile che tali e tanti ostacoli stiano pesando sulle imprese che, da trenta anni, attendono strade su cui muoversi rapidamente e in sicurezza a fronte di tempi biblici a danno dello sviluppo economico e dell’occupazione sul nostro territorio”.

Il nostro impegno come rappresentanti delle istituzioni - conclude Simeone - resta quello di vigilare sui tempi di realizzazione, perché siano rispettati tutti i criteri di trasparenza in materia di appalti pubblici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento