Cronaca

Sì del Cipe alla Roma-Latina: le reazioni del mondo politico

L'ok al progetto definitivo accolto con favore. Per il sindaco Di Giorgi Latina potrà uscire così dal suo isolamento; Fazzone: "Sta per colmarsi una lacuna che ha penalizzato la provincia"

La decisione del Cipe che ha approvato il progetto definitivo della Roma-Latina segna uno snodo fondamentale per l’opera definita strategica per il Lazio e che tante polemiche ha suscitato negli ultimi mesi.

L’ok era già stato annunciato dalla governatrice del Lazio che ha definito quella di oggi una giornata importante per le infrastrutture del Lazio.

I COMMENTI

PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO, RENATA POLVERINI - “La delibera Cipe che ha approvato il progetto definitivo per la Roma-Latina segna una svolta per un’opera in cui questa Giunta, e io personalmente, ha creduto sin dall’inizio” ha commentato la Polverini.

“La decisione del Cipe oggi premia questo lavoro e una volta che si sarà pronunciato il Consiglio di Stato, fiduciosi che l’esito confermerà quanto già stabilito dal Tar, si potrà partire con la gara. Ci sono tutte le condizioni per poter dare avvio ad una infrastruttura determinante per il sistema viario del Lazio e che – conclude Polverini - avrà ricadute positive per le imprese e per l’occupazione”.

SINDACO DI LATINA GIOVANNI DI GIORGI - “La presidente Polverini ha svolto un ruolo decisivo, si è impegnata davvero molto per ottenere lo sblocco dei fondi pubblici e l'inserimento della Roma- Latina tra le opere strategiche nazionali. Rinnovo dunque i ringraziamenti a Renata Polverini e sono convinto che il passo compiuto oggi rappresenti una svolta importante verso la cantierizzazione di un’opera fondamentale per il nostro territorio”.

"Il progetto complessivo – continua il sindaco Di Giorgi - consente di aprire prospettive importanti per consentire alla città di Latina, e a gran parte del territorio provinciale di poter uscire da un isolamento penalizzante dovuto alla carenza di infrastrutture. E’ importante sottolineare, infatti, che oltre al corpo principale dell’opera, che si innesta sul tracciato della Pontina, il progetto prevede la realizzazione del collegamento con l’autostrada attraverso l’allacciamento Cisterna-Valmontone. Sono evidenti, i benefici per il traffico veicolare in chiave commerciale e turistica per il nostro territorio”.

“Il complesso delle opere della Roma-Latina, inoltre, andrebbe ad inquadrarsi in un più ampio contesto di infrastrutture viarie che prevede anche la realizzazione della tangenziale est, capace di bypassare la viabilità urbana di Latina per connettersi alla nuova 156, e soprattutto la cosiddetta “Mare-Monti”, che collegherebbe Borgo Piave con Latina Scalo e la zona collinare anche con il litorale in maniera diretta ed efficace. Questo sistema infrastrutturale – continua il sindaco Di Giorgi – potrà finalmente consentire in breve tempo di valorizzare le risorse in ambito turistico, ambientale ed economico di cui è ricco il nostro territorio. Importanti sono anche le ricadute positive per le imprese e per l'occupazione che questa grande opera potrà avere anche a livello locale”.

SENATORE CLAUDIO FAZZONE - “L’autostrada Roma – Latina è una opera dal costo complessivo di 2.798 milioni di euro, che si aggancia alla Roma – Civitavecchia fino a raggiungere il bivio posto alla intersezione della cosiddetta Storta di Sezze, sulla via Appia. Questa mattina il Cipe, nel confermare i 500 milioni di euro di contributi statali per la realizzazione dell’opera, ha contestualmente autorizzato il nominato Commissario straordinario Vincenzo Pozzi a predisporre la gara ufficiale”.

Oltre ai 500 milioni di euro conferiti dallo Stato, il resto della somma occorrente giungerà da privati, che rientreranno dell’impegno economico attraverso il pagamento del pedaggio autostradale. L’autostrada Roma – Latina è un’opera attesa dai cittadini della Provincia di Latina, ma anche e soprattutto dalle migliaia di aziende che sul territorio insistono, le quali per essere maggiormente competitive sul mercato, hanno bisogno di collegamenti viari importanti”.

“Sta quindi per colmarsi una lacuna che nel corso degli anni ha penalizzato oltre misura una provincia, che anche in tempo di profonda crisi economica si pone all’attenzione dell’intera Regione Lazio con un Pil straordinariamente positivo”.

“Con la conferma del finanziamento statale e il prossimo espletamento del bando di gara – termina Fazzone - entro la fine dell’anno in corso ci sarà sicuramente l’inizio dei lavori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sì del Cipe alla Roma-Latina: le reazioni del mondo politico

LatinaToday è in caricamento