Roma-Latina, Cisl in piazza: una petizione per la realizzazione dell’autostrada

Nuova mobilitazione del sindacato che sarà in piazza del Popolo venerdì 2 luglio: “Agire in tempi rapidi sull’ulteriore ricorso dilatatorio”

Una petizione a sostegno della realizzazione dell’autostrada Roma-Latina. Nuova iniziativa della Cisl di Latina che sarà in piazza del Popolo venerdì 2 agosto dalle 9.30 alle 13. 

“Una travagliata storia che dura da 15 anni - spiega il sindacato in una nota -: inizia dall’Anas con un’operazione finanziaria di quasi 3 miliardi, un considerevole investimento Cipe, un ricorso al Tar, un appello al Consiglio di Stato, e da un ricorso straordinario pendente dinanzi al presidente della Repubblica”. 

Lo scopo della petizione quindi è di “velocizzare la decisione sull’ulteriore ricorso di carattere dilatorio, volto solo a non realizzare l’opera”. “Occorre sfruttare le autorizzazioni ed i finanziamenti già concessi per l’opera commenta Roberto Cecere, segretario generale della Cisl di Latina -. La sua realizzazione rappresenta per la provincia e per l’intera regione un sostegno efficace al nostro apparato industriale e logistico per un rilancio occupazionale trasversale a tutti i settori produttivi. I numerosi ostacoli che nel tempo si sono presentati nell’attuazione di questo progetto, riflettono la precarietà del nostro sistema sociale ed economico. Pertanto è doveroso da parte di tutti noi unirsi in un fronte comune per mantenere alta l’attenzione su questo progetto, che è indispensabile per la mobilità delle persone e delle merci.” 

“Ricordiamo infatti che la strada statale Pontina è considerata tra le strade più pericolose d’Italia, e i dati statistici sono impietosi - proseguono dal sindacato -. Dall’analisi Istat disponibili, emerge che nel corso dell’anno 2017 sono stati circa 1.500 gli incidenti nella provincia di Latina e in 12 mesi sono stati 56 i morti causati dai sinistri stradali”.

“La comunità pontina sottoscrivendo la petizione dimostrerà la ferma volontà di andare avanti, dando un messaggio forte al Governo che è ancora assorto da perplessità sulla realizzazione dell’opera, a loro parere un rischio di un eccessivo peso sui conti pubblici e sulla collettività. Studi inventati dal Movimento Cinque Stelle - conclude Cecere - per bloccare tutte le grandi opere del paese. Il cambiamento deve partire dalle piccole comunità ma serve una grande presa di coscienza per evolversi e progettare il futuro”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Truffe, ecco come raggiravano gli anziani: la telefonata tra una vittima e l'indagato

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Vincenzo Rosato perde la vita in un incidente a Pomezia, cordoglio per la morte del medico

  • Mega incidente sull'Appia a Sabaudia, auto si ribalta: sei feriti

Torna su
LatinaToday è in caricamento