Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca strada provinciale Segheria

Strade pericolose: una rotatoria all’incrocio tra via Zì Maria e via Segheria

Sarà realizzata dalla Provincia nei pressi dell’incrocio spesso teatro di incidenti, anche mortali. Bernasconi: “Soddisfatti per l’avvio dopo anni di questa importante opera”

Una rotatoria lungo la strada provinciale Segheria in corrispondenza delle intersezioni con strada Zì Maria e strada Piscina Scura, all’altezza del chilometro 3+945 a Borgo Grappa, nel territorio di Latina. 

L’annuncio da parte della Provincia che realizzerà la rotonda proprio nei pressi dell’incrocio, pericoloso, spesso teatro di incidenti anche con esito mortale.  

“Siamo davvero soddisfatti – commenta il presidente Giovanni Bernasconi – per l’avvio dopo anni di questa importante opera per tutti i cittadini pontini. La sua realizzazione permetterà di risolvere un nodo critico della rete stradale e  inciderà positivamente oltre per la sicurezza anche sulla qualità dell’ambiente. Si tratta di un nodo strategico per il  territorio che risulterà rafforzato e qualificato da interventi di questo tipo. La rotatoria aprirà inoltre a sviluppi positivi anche per la viabilità interna”. 

Rotatoria all’incrocio pericoloso

L’opera è stata progettata dagli Uffici del Settore Viabilità di via Costa. La strada provinciale Segheria è un’arteria di collegamento tra la Pontina e la Litoranea, strade che, soprattutto durante la stagione estiva, sono percorse da un notevole flusso di traffico in quanto di collegamento con il litorale pontino e spesso utilizzate in alternativa alla regionale 148. 

“L’intervento - spiegano dalla Provincia - prevede la realizzazione di una rotatoria in corrispondenza delle intersezioni con le S.C. Zì Maria e Piscina Scura al Km. 3+945 in Comune di Latina, luogo di sinistri anche mortali nonostante i miglioramenti di volta in volta realizzati attraverso l’apposizione di segnaletica orizzontale e verticale adeguata e impianto semaforico lampeggiante. La rotatoria assolverà alla funzione di moderazione, di snellimento del traffico e soprattutto di riduzione dei punti di conflitto”.

L’opera è stata condivisa in sede di un tavolo tecnico con i tecnici e la Polizia Municipale e la Polizia Stradale, “ritenendo - proseguono da via Costa - dover ulteriormente rafforzare la segnaletica orizzontale, nelle more della progettazione del reperimento delle risorse e della realizzazione della rotatoria, come di fatto si è proceduto a fare. L'importo complessivo è di € 120.000,00 e per la copertura economica si è proceduto ad avviare la devoluzione dei residui dei mutui accesi presso la Cassa Depositi e Prestiti, data l’incapacità di indebitamento dell’Ente prevista dalla legge e da fondi di bilancio”.

I particolari del progetto

“L’importo dei lavori a base d’asta del presente appalto - illustra la Provincia in una nota - ammonta presuntivamente a 77.588,01 euro di cui 75.588,01 euro - per lavori a misura e a corpo soggetti a ribasso, 2.000,00 euro quali oneri per l’applicazione delle  misure della sicurezza, non soggetti a ribasso oltre IVA. L’intervento non prevede espropri di aree private in quanto i lavori saranno realizzati interamente sulla sede viaria e banchine esistenti”.

Con l’opera si prevede, quindi, “di sostituire l’esistente incrocio a raso con una rotatoria a quattro bracci composta da aiuola centrale con cordonato sormontabile e isole spartitraffico ad alta visibilità. La finalità è quella di soddisfare tre esigenze: aumento della capacità dell’intersezione; miglioramento della sicurezza per la presenza di basse velocità di percorrenza nell’anello per poter effettuare correttamente le manovre di attraversamento; aumento del campo di applicabilità del tipo di intersezione; abbattimenti del punto di collisione. Per la progettazione della rotatoria si è tenuto in considerazione quanto stabilito dal D.M. 19/04/2006 ed in particolare all’art. 4.5.1. che stabilisce l’ambito delle mini rotatorie, aventi diametro esterno compreso tra i 14 e i 25 ml.. Le opere che si rendono necessarie mediante le trasformazioni indicate negli elaborati progettuali, consistono in: taglio della pavimentazione stradale esistente; Fondazione stradale; Fresatura; Mano d’attacco con emulsione bituminosa; Fornitura e posa in opera di conglomerato bituminoso, tappetino di usura; Posa cordoli e pavimentazione con vernice ad alta visibilità; Pubblica illuminazione all’interno dell’anello della rotatoria”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade pericolose: una rotatoria all’incrocio tra via Zì Maria e via Segheria

LatinaToday è in caricamento