rotate-mobile
Cronaca Sabaudia

Stalking sulle amiche del marito, assolta per incapacità di intendere e volere

Cinzia Pressato, 49enne di Sabaudia, era accusata di aver tormentato una decina di donne per gelosia con minacce e danneggiamenti vari

Assolta per incapacità di intendere ma comunque socialmente pericolosa quindi dovrà continuare a restare in regime di libertà vigilata per un altro anno presso la struttura sanitaria di Formia dove si trova ricoverata da tempo.

Si è concluso così il processo a carico di Cinzia Pressato, la 49enne di Sabaudia accusata di una lunga serie di episodi di stalking oltre che di danneggiamento ai danni di amiche e conoscenti del marito delle quali era gelosa.

Questa mattina l’ultima udienza del processo a carico della donna, assistita dall’avvocato Valentina Macor, davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Clara Trapuzzano.  La Pressato era stata denunciata nel 2020 da alcune donne che aveva tormentato con atti persecutori di diverso genere, dalle minacce e gli insulti sui social media al danneggiamento di auto e citofono di casa. La colpa delle vittime dello stalking, una decina in tutto, era semplicemente quella di avere un rapporto di amicizia con l’ex marito con il quale era in corso una separazione.  La donna prima era stata colpito da un provvedimento che la poneva agli arresti domiciliari, provvedimento che aveva violato pubblicando su Facebook l’ordinanza cautelare tanto che il giudice ne aveva disposto l’arresto in carcere. Nel processo si erano costituite parte civile le dieci vittime dei suoi atti persecutori.

Ieri l’ultima udienza nel corso della quale il pubblico ministero ha chiesto l’assoluzione per incapacità di intendere e volere alla luce dell’esito di una perizia psichiatrica che si è pronunciata in tal senso, richiesta che il giudice ha accolto disponendo però la prosecuzione della misura della libertà vigilata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking sulle amiche del marito, assolta per incapacità di intendere e volere

LatinaToday è in caricamento