rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Le conseguenze dell'inchiesta / Sabaudia

Inchiesta sulla corruzione a Sabaudia: prime sospensioni dopo gli arresti

La Provincia formalizza la sospensione del dipendente Piovesana, il Comune di Pontinia quella del consigliere Giovanni Bottini, entrambi coinvolti nelle indagini

Prime sospensioni dopo l'inchiesta coordinata dalla procura di Latina e condotta dai carabinieri che nei giorni scorsi ha travolto il Comune di Sabaudia, con 16 misure cautelari e l'arresto della sindaca Giada Gervasi.

Dopo l'arresto ai domiciliari di Edoardo Piovesana, dipendente dell'amministrazione provinciale di Latina, la Provincia ha formalizzato la sua sospensione dall'attività lavorativa.

Un'altra sospensione già ufficializzata e formalizzata riguarda poi Giovanni Bottoni, consigliere comunale di Pontinia e anche lui destinatario della misura cautelare dei domiciliari nell'ambito della stessa inchiesta. "In merito alle recenti notizie di cronaca giudiziaria che hanno riguardato il sindaco Gervasi, vari amministratori e funzionari di Sabaudia, oltre al nostro assessore Giovanni Bottoni, vorremmo esprimere solidarietà umana a tutti gli indagati che, in nome dell'articolo 27 della Costituzione, devono essere considerati innocenti fino a quando non intervenga a loro carico una condanna definitiva. Per questo confidiamo nell'operato della magistratura - ha scritto in una nota l'opposizione in consiglio comunale che fa capo all'ex sindaco Carlo Medici, Pontinia città ideale - Premesso tutto ciò, vorremmo però dedicarci all'aspetto politico. In questi giorni il Sindaco Tombolillo si è trincerato nel silenzio, facendo finta che nulla fosse accaduto. Così non è: Giovanni Bottoni, a causa delle restrizioni comminate non può materialmente esercitare il ruolo di Assessore e Consigliere comunale.Per il secondo ruolo interverrà eventualmente il prefetto di Latina. Ma considerando il primo, l'assessore Bottoni è destinatario di deleghe importanti: lavori pubblici, programmazione, patrimonio, assetto idrogeologico ed arredo urbano. Crediamo sia dovere del sindaco dare continuità a queste importanti funzioni che non possono restare senza guida e non crediamo sia utile che le assuma egli stesso, come oggi timidamente affermato a mezzo  stampa. Crediamo - conclude la nota - che sia necessario un rapido ripristino della piena operatività dell'ente e il sindaco deve favorirlo nominando un uomo o una donna capace, che si possa dedicare h24, eventualmente un tecnico esterno al Consiglio comunale. In caso contrario, si dovrà assumere la responsabilità politica nei confronti dei cittadini per ignorare l'importanza del momento di rilancio economico ed infrastrutturale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sulla corruzione a Sabaudia: prime sospensioni dopo gli arresti

LatinaToday è in caricamento