rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Sabaudia

Inchiesta 'Dune', la Cassazione annulla parte dell'ordinanza per il comandante dei Forestali

I giudici hanno rimesso gli atti al Riesame affinché riesamini la sospensione dai pubblici uffici disposta nei confronti del carabiniere

Sarà il Tribunale del Riesame a dover decidere sul provvedimento di interdizione dai pubblici uffici emesso a carico del comandante della stazione dei carabinieri del Parco del Circeo Alessandro Rossi coinvolto nell'inchiesta 'Dune' e accusato di corruzione..

La Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso dell'avvocato Renato Archidiacono, ha infatti annullato parte dell'ordinanza firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota che stabiliva il divieto di dimora a Sabaudia e l'interdizione dai pubblici uffici per la durata di un anno. Il primo provvedimento, quello sul divieto di dimora, era già stata revocato nei mesi scorsi dal gip e ora la sesta sezione penale della Cassazione ha annullato la parte dell’ordinanza relativa all’interdittiva dai pubblici uffici rinviando gli atti al Tribunale del Riesame affinché rivaluti il provvedimento per assenza dei gravi indizi di colpevolezza.

L'inchiesta ‘Dune’ a febbraio scorso aveva portato all’emissione di 16 misure cautelari  - tra cui quella carico dell’allora sindaco Giada Gervasi - per i reati di reati di peculato, corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, turbata libertà degli incanti e del procedimento di scelta del contraente e falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atto pubblico nella città di Sabaudia.  Rossi e la sede dei Forestali erano stati oggetto di un attentato incendiario nel 2019 da parte di Giovanni Scavazza, padre del titolare di uno stabulimento sul litorale di sabaudia il quale aveva motivato il suo gesto spiegando che c'erano anomalie nel controllo della regolarità degli stabilimenti balneari da parte degli organi deputatti a verificare la lefittimità dei titoli e delle strutture e che c'era stato un accanimento nei confronti del figlio mentre passavano sotto silenzio gli illeciti commessi in altre strutture. Un fatto dal quale era partita l'indagine che ha porato a febbraio agli arresti e alla caduta dell'amministrazione comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta 'Dune', la Cassazione annulla parte dell'ordinanza per il comandante dei Forestali

LatinaToday è in caricamento