Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Sabaudia: botte e insulti all’ex moglie, arrestato. Voleva anche portarsi via il figlio

Le indagini della Squadra Mobile dopo che la donna si è rivolta alle forze dell’ordine per chiedere aiuto. Il fermo in seguito all’ultima sfuriata dell’uomo di 45 anni

Un uomo di 45 anni è stato arrestato dalla polizia a Sabaudia con l’accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della ex moglie e del figlio minorenne. Sono state le indagini della Squadra Mobile a fare luce su un quadro familiare di violenze che andavano avanti ormai da tempo.

Secondo quanto accertato infatti l’uomo, che già dall’agosto scorso aveva deciso di andar via da casa, ha continuato nei suoi violenti comportamenti anche negli ultimi mesi, ogni qualvolta vi si recava per fare visita al figlio. “Gli insulti, le gravi minacce e le percosse contro la ex moglie”, spiegano dalla Questura, si sono protratte fino alle festività natalizie, quando la donna ha trovato il coraggio di chiedere aiuto alle forze dell’ordine. Gli agenti della Squadra Mobile hanno quindi avviato le attività di indagine, suffragate anche da alcune registrazioni audio che la vittima ha consegnato ai poliziotti.

Dopo l’ultima sfuriata dell’uomo, che nella circostanza rivolto alla ex moglie aveva manifestato l’intenzione di andar via dall’Italia portando con sé il figlio minorenne, e per evitare che la situazione potesse precipitare, gli agenti della Mobile, coordinati dal procuratore aggiunto Lasperanza e dal sostituto procuratore Giancristofaro, hanno operato il fermo a carico del 45enne, trasferito presso la casa circondariale di Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabaudia: botte e insulti all’ex moglie, arrestato. Voleva anche portarsi via il figlio

LatinaToday è in caricamento