menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Miasmi nelle scuole di Sabaudia, il giudice nomina due esperti per studiare materiali e effetti sugli studenti

Il titolare della ditta indagato per inquinamento ambientale, interruzione di pubblico servizio, violazione delle norme sull’utilizzo di prodotto e intralcio ai controlli ambientali

Sono stati nominati questa mattina in sede di incidente probatorio i due consulenti del giudice per le indagini preliminari Giuseppe Molfese chiamati ad esaminare i prodotti utilizzati dalla ditta La Rapida 2004 nella disinfezione delle scuole di Sabaudia, prodotti che hanno provocato una pesante reazione negli studenti e negli insegnanti.

Il gup ha conferito l’incarico al medico legale Giuseppe Alessio Messano e al chimico Pasquale Avino che vanno ad aggiungersi ai due già nominati dal procuratore aggiunto Carlo Lasperanza titolare dell’indagine vale a dire il medico legale Cristina Setacci e il chimico Chiarucci.

Nel fascicolo risulta esserci un solo indagato: si tratta dell’amministratore unico della ditta, Leonardo Corni, nei cui confronti vengono ipotizzati i reati di inquinamento ambientale, interruzione di pubblico servizio, violazione delle norme sull’utilizzo di prodotto non corrispondenti ai requisiti di legge  e intralcio alle attività di vigilanza e ai controlli ambientali. I due consulenti del gip hanno 30 giorni di tempo per rispondere ai quesiti posti: la prossima udienza è stata fissata per il 21 gennaio 2020 e in quella sede saranno ascoltati i consulenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento