menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Fabrizio Moretto: raffica di perquisizioni, interrogatori ed esami stub tra i sospetti

Indagini serrate dei carabinieri del Nucleo investigativo sul delitto consumato ieri sera, 21 dicembre, nelle campagne di Bella Farnia mentre la vittima rientrava a casa con il suo scooter. Moretto freddato da un colpo che ha perforato il polmone

Raffica di perquisizioni ed esami stub nell'ambito dell'indagine condotta dai carabinieri del nucleo investigativo di Latina, guidati dal maggiore Antonio De Lise, sull'omicidio consumato ieri sera, 21 dicembre, nelle campagne di Bella Farnia. Vittima Fabrizio Moretto, 50 anni,  freddato alle spalle da un colpo di pistola esploso da una calibro 7,65 mentre rientrava a casa, in via della Tartaruga. Il proiettile lo ha raggiunto su un fianco, perforando un polmone e uccidendolo all'istante

Dopo l'arrivo dei carabinieri sul posto sono scattate immediatamente indagini serrate che hanno portato ad interrogare gli amici e i conoscenti della vittima e ad eseguire alcune perquisizioni ed esami stub per la ricerca di polvere da sparo su mani e indumenti. L'omicidio si lega inevitabilmente a un altro delitto consumato lo scorso agosto, quello di Erik D'Arienzo, il 28enne figlio del noto pregiudicato Ermanno D'Arienzo detto Topolino, morto dopo una settimana di agonia in ospedale. Per la morte del 28enne, che in un primo momento era apparsa come una conseguenza di un incidente, si indaga per omicidio e uno degli indagati era proprio Fabrizio Moretto. I carabinieri, nelle prime fasi successive al nuovo omicidio hanno effettuato dunque alcuni accertamenti anche su Ermanno D'Arienzo, ipotizzando una vendetta. Ma al momento non è emerso nessun elemento di prova in questa direzione. 

In queste ore continuano ad essere ascoltati familiari e conoscenti di Fabrizio Moretto e anche persone legate a Erik D'Arienzo. La ricostruzione è resa particolarmente difficile dal fatto che non ci sono testimoni. L'omicidio è stato infatti consumato di sera in una zona di aperta campagna, a distanza dalle abitazioni, e dunque in pochi sono riusciti a sentire il rumore del colpo di arma da fuoco. I militari stanno setacciando la zona per acquisire eventuali telecamere di sorveglianza installate sulle abitazioni private, che potrebbero aver ripreso il killer.

Sul corpo di Moretto intanto è stata disposta l'autopsia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento