menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura dei Ppi: il Comune di Sabaudia ricorre al Tar contro il Piano regionale

L'amministrazione contesta i contenuti del Piano di Riorganizzazione, riqualificazione e sviluppo del servizio sanitario regionale 2019-2021

L'amministrazione di Sabaudia ricorre al Tar sui Punti di primo intervento. Il Comune, in linea con quanto adottato con una delibera di Giunta il 26 settembre, ha notificato il ricorso al Tar del Lazio chiedendo l’annullamento parziale del Decreto 303, pubblicato lo scorso 13 agosto, che ha adottato il Piano di Riorganizzazione, riqualificazione e sviluppo del servizio sanitario regionale 2019-2021.

Due i punti oggetto del ricorso: il primo relativo alla trasformazione degli 11 Punti di Primo Intervento, sette dei quali in provincia di Latina (Cisterna, Cori, Gaeta, Minturno, Priverno, Sabaudia e Sezze) in Punti di erogazione di assistenza primaria entro il 31 dicembre; il secondo relativo alle Case della Salute, la cui realizzazione non è prevista nel Distretto sanitario 2 Asl di Latina, e quindi nel comune di Sabaudia. Il 29 luglio 2019 infatti il Consiglio comunale aveva adottato la deliberazione con cui chiedeva a Regione e Asl la realizzazione di una Casa della Salute con annesso punto di primo intervento con modulo aggiuntivo, con la relativa attivazione di diverse attività specialistiche ambulatoriali e una serie di servizi socio-sanitari per i cittadini.

"Il ricorso ai giudici amministrativi - spiega il Comune - si è reso necessario per tutelare il diritto alla salute che subirebbe un grave rischio con la trasformazione del Ppi in presidio di cure primarie e l’eliminazione del primo livello del sistema di emergenza in quanto il servizio, tra l’altro, non verrebbe più garantito da medici specializzati ma da medici di medicina generale"

"Continuiamo a testa bassa nell’azione di tutela del diritto alla salute - commenta il consigliere delegato alla Sanità Luca Danesin - perché garantire i giusti servizi nell’ambito sanitario non è solo un diritto acquisito dai cittadini ma è un dovere che tutti gli amministratori debbono garantire. Da questo deriva la scelta di proseguire nel cammino intrapreso a tutela del territorio anche attraverso il ricorso al Tar affinché i Ppi vengano potenziati e riqualificati con l’integrazione di nuovi servizi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento