Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Sabaudia

Impianto di stoccaggio rifiuti sulla Migliara 45, il no del Comune di Sabaudia

Confronto tra alcuni componenti della Comunità del Parco: "Quell'area rientra nel territorio di protezione"

Si è discusso della possibile realizzazione di un sito di stoccaggio di rifiuti in via Migliara 45 e della necessità di condividere azioni volte alla tutela ambientale del territorio nel corso della riunione dell’assemblea della Comunità del Parco del Circeo svoltasi tenutasi ieri.

Alla riunione in modalità telematica hanno partecipato il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi in qualità di presidente della Comunità, Antonio Ricciardi, presidente Parco Nazionale del Circeo, Ester Del Bove, direttore facente funzioni, Giuseppe Schiboni, sindaco di San Felice Circeo e Dario Bellini, assessore all’ambiente Comune di Latina. Per concomitanza di incontri istituzionali non hanno partecipato gli altri componenti vale a dire la Provincia di Latina, la Regione Lazio e il Comune di Ponza che hanno chiesto un breve rinvio, fissato per venerdì 19 febbraio. I presenti hanno voluto comunque aprire il confronto e i vertici del Parco hanno comunicato di aver già iniziato ad analizzare la questione sul piano dei vincoli e delle fasce di rispetto, nonché dei danni ambientali diretti ed indiretti. Il Comune di Latina ha nominato due tecnici sul tema e ha messo a disposizione le attività degli stessi al direttore dell’Ente Parco. 

Il sindaco Gervasi sottolinea come il coinvolgimento dell’Ente parco sia necessario in quanto l’area è territorio di protezione esterna del Parco Nazionale già dal 1985. “Il Comune di Sabaudia – spiega il primo cittadino - sta promuovendo in modo responsabile azioni coordinate. Sono fiduciosa della perizia che redigeranno i due tecnici individuati dal Comune di Latina e sono sicura che saranno confermate le osservazioni elencate anche dalla Comunità del Parco condividendo l’impossibilità della realizzazione di un simile impianto che metterebbe in crisi sia l’ambiente che l’economia locale turistica, agricola e agroalimentare. Da ricordare che l’area ha diverse DOC, riconosciute a più produzioni di aziende dell’agroalimentare che fondano la loro eccellenza nell’acqua, nel sole e nel terreno.  Tra le altre aree individuate dall’Ente provinciale – conclude il sindaco – ne esistono alcune che non hanno lo stesso impatto per ubicazione su un sistema economico ambientale complesso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto di stoccaggio rifiuti sulla Migliara 45, il no del Comune di Sabaudia

LatinaToday è in caricamento