Sabaudia Sunset Jazz Festival: musica e tramonti sul mare fanno subito centro

Un successo le prime tre serate della rassegna che porta il jazz in spettacolari location balneari e unisce la bellezza mozzafiato dei tramonti sul mare con la splendida musica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Sabaudia Sunset Jazz Festival 2017 - Che dire. Non ci potevamo aspettare un inizio migliore. L'energia della spiaggia e dei tramonti di Sabaudia ha subito fatto centro. La sera inaugurale a La Spiaggia di venerdì scorso 7 luglio ha visto accorrere un pubblico ancor più numeroso delle precedenti edizioni. Pubblico che ha trovato ad accoglierli i bravissimi Roy Panebianco e Vanessa Elly con il loro "Out of Tune" insieme a Neney Santos e Alessandro Tomei. La musica ha avvolto in un istante le circa 800 persone presenti in una magia che solo al Sunset Jazz Festival può accadere. Un tramonto fantastico alle 8.45 ha gatto il resto.

La stessa alchimia si è creata sabato a Le Streghe con il super gruppo della cantante americana Denise King ed il sassofonista di New York Jerry Weldon insieme agli Hammond Grovers, talentuoso trio composto da Daniele Cordisco (chitarra), Antonio Caps (hammond) ed Elio Coppola (batteria). Le vibranti note della profonda voce gospel di Denise si sono intrecciate per tutta la sera con i fantastici suoni del sax di Jerry Weldon ed i solo virtuosi di Cordisco e Caps, sostenuti dalla ritmica incessante di Coppola. Il pubblico del sabato, ancor più numeroso del giorno precedente, ha scandito con mani e piedi un concerto di livello internazionale, come mai accaduto prima a Sabaudia.
Ma il vero exploit dei primi tre giorni, in termini di pubblico, è avvenuto da Saporetti, storicamente il primo stabilimento nato a Sabaudia, in quell'angolo di Paradiso che è Torre Paola. Forse duemila spettatori hanno accolto con entusiasmo la formazione Songs4 Four con Awa Ly, vera regina del palcoscenico allestito sulla spiaggia. Palco circolare con pubblico tutto intorno per cullare con la voce suadente di Awa Ly tutti i presenti. Brani senza confini geografici in inglese, francese, portoghese, e la maestria e naturalezza di Awa hanno incorniciato una serata record per il festival. I "solo" graffianti della chitarra acustica di Valerio Guaraldi, il suono futurista del contrabbasso elettrico di Matteo Pezzolet e la batteria incisiva di Matteo Bultrini hanno fatto il resto. Un concerto in cui il pubblico ha cantato ed ha ballato, con Awa in mezzo alla folla a ballare con loro. Ciliegina sulla torta la simpatica e gentile presenza del neo sindaco Giada Gervasi e di due consiglieri comunali, che ha salutato con allegria i presenti al tramonto. Entusiasmo assoluto.

Tre giorni di musica insomma di altissimo livello, che riprenderanno da mercoledi 12 con il Deborah Carter Italian Quartet, altro ospite illustre di rango internazionale.

Per poi proseguire giovedì con Simona De Rosa, venerdì con Bossanova do Mar e Pamela D'Amico, sabato con Pierluca Buonfrate e domenica con Augusto Alves. Vi aspettiamo tutti dunque per altre due settimane di musica di altissimo livello. Ed incredibilmente i concerti sono gratuiti.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento