rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Sezze / piazza De Magistris

Sezze, migliaia di visitatori per la Sagra del carciofo numero 44

Ottimo riscontro d'affluenza per l'evento enogastronomico nel centro lepino: strade piene di curiosi e stand di ristoro presi d'assalto

Grande successo d’affluenza per la 44esima edizione della Sagra del carciofo che si è svolta oggi a Sezze. La giornata pienamente primaverile, al contrario di quanto accaduto negli anni scorsi (quando la pioggia aveva fatto più volte capolino), ha permesso alla città lepina di registrare un record di visitatori per uno degli appuntamenti più attesi dell’anno. Migliaia di persone si sono riversate nei vicoli del centro storico di Sezze e hanno affollato gli stand enogastronomici che hanno offerto i piatti tipici locali. Con il carciofo sempre al centro della scena.

I visitatori della Sagra hanno potuto divertirsi con una lista davvero sterminata di eventi che si sono succeduti dalla mattina fino al tramonto. Tanti gli appuntamenti dedicati ai sapori locali, come il concorso dedicato all’olio setino e le degustazioni disseminate nel centro storico: dalla panzanella alla zuppa di pane e fagioli, da ricotta e formaggi ai vini locali. Senza dimenticare, ovviamente, il protagonista principale, il carciofo, servito secondo le ricette tradizionali.

Fondamentale, anche quest’anno, è stato l’apporto organizzativo dei produttori agricoli locali e delle associazioni culturali per la riuscita della Sagra, messa in piedi dal Comune e patrocinata da Regione e Provincia.

Molti anche gli eventi di intrattenimento: dalla sfilata dei gruppi folkloristici (che hanno proposto balli storici dei Lepini come il saltarello) a quella delle bande musicali e degli sbandieratori, che hanno incantato il pubblico di piazza De Magistris e dei vicoli di Sezze. Nel pomeriggio è poi toccato al concerto «I canti della tradizione», a cura di Ambrogio Sparagna e con la partecipazione degli organetti di Maranola e dei bambini delle scuole elementari di Sezze e Priverno, attrarre l’attenzione.

I visitatori, oltre alle tante mostre artistiche e di costume locale (tra cui quella dedicata alle donne lepine dell’Ottocento e del primo Novecento), hanno potuto anche godersi una suggestiva passeggiata lungo le mura poligonali della città, promosso dal gruppo in difesa dei beni archeologici di Sezze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sezze, migliaia di visitatori per la Sagra del carciofo numero 44

LatinaToday è in caricamento