“Teatro e vita”: arriva a Latina il progetto di Salvatore Striano per gli studenti

Lo scrittore e attore napoletano, conosciuto ai più come Sasà, ex detenuto che ha trovato il riscatto da una vita “sregolata” e la speranza di una rivincita nello studio, nella letteratura, nel teatro, ha incontrato questa mattina il sindaco Coletta

Teatro e vita” è il titolo del progetto che Salvatore Striano porterà a Latina per gli studenti degli istituti superiori. 

Questa mattina lo scrittore e attore napoletano, conosciuto ai più come Sasà, ex detenuto che ha trovato il riscatto da una vita “sregolata” e la speranza di una rivincita nello studio, nella letteratura e nel teatro, ha incontrato in Comune il sindaco Damiano Coletta. 

Al primo cittadino e all’assessore alla Cultura e alla Scuola Antonella Di Muro, Salvatore ha raccontato dell’iniziativa che da oltre dieci anni lo sta portando nelle scuole italiane per rendere ai ragazzi testimonianza della sua esperienza e ha proposto la sua idea sviluppata per Latina. 

Il progetto partirà dalla prossima stagione e sarà rivolto agli studenti di scuola superiore. “Rispetto a quello promosso finora - spiegano da piazza del Popolo -, a Latina avrà la durata dell’anno scolastico, dunque i ragazzi verranno seguiti già a partire dalla prossima stagione con più continuità e costanza”. 

Il tutto si articolerà attraverso una serie di lezioni che terrà lo stesso Striano e che includeranno la proiezione dei film di cui è stato protagonista, tra cui “Gomorra” di Matteo Garrone e “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani, e a seguire un dibattito tanto sulla pellicola quanto sulla vita e l’esperienza del protagonista. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sarà proprio in questo momento di confronto – ha spiegato Salvatore - che emergeranno gli sbagli e i fallimenti incontrati nella vita per non aver frequentato la scuola: la vita per strada, tra sangue, droga, armi, poi i collegi, poi la detenzione in carcere. L’intento è dare testimonianza diretta sul ‘non fascino’ del crimine e su tutte le trappole nascoste nella malavita, che di onesto ha solo il nome”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Lazio, 197 nuovi casi e un decesso. In terapia intensiva ci sono ancora 22 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento