San Felice Circeo, divieto di balneazione alla foce di Rio Torto: l’ordinanza del sindaco

Il provvedimento in seguito alle analisi dell’Arpa che hanno evidenziato un’elevata contaminazione di origine fecale con alti valori di Escherichia Coli. Accertamenti per risalire alla fonte dell’inquinamento

E’ stato interdetto alla balneazione il tratto di mare davanti la foce di Rio Torto a San Felice Circeo. L’ordinanza, contingibile ed urgente, è stata emessa nel pomeriggio di oggi, 16 luglio, dal sindaco Giuseppe Schiboni. 

Il divieto di balneazione è scattato dopo l'esito delle analisi effettuate dalla Arpa Lazio sul prelievo di campionamento della Capitaneria di Porto effettuato nei giorni scorsi. A sollecitare l'agenzia regionale di protezione dell'ambiente è stato proprio il sindaco Schiboni, dopo una serie di segnalazioni pervenute in Comune. 

L'esito delle analisi ha evidenziato il superamento del valore limite per la balneabilità e pertanto si è intervenuti a tutela della salute pubblica. In particolare, si legge nell'ordinanza firmata oggi dal primo cittadino (qui l'ordinanza), “gli esiti preliminari relativi alle analisi microbiologiche effettuate evidenziavano una elevata contaminazione di origine fecale, con valori di Escherichia Coli maggiori di 2000MNP”; un valore superiore “del limite Escherichia Coli acque marine pari a 500MNP”. Proprio il superamento di tali limiti determina il divieto di balneazione. 

“Il ripristino dell’idoneità alla balneazione - si legge ancora - avverrà solo a seguito dell’esito favorevole delle analisi relative a controlli aggiuntivi che verranno effettuati da Arpa Lazio”.  

Intanto, con la stessa ordinanza il sindaco ha dato mandato alla Polizia Locale, al settore Lavori Pubblici e Tecnologico e alla società Acqualatina di avviare “iniziative immediate e congiunte” per verificare e accertare la fonte di inquinamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento