San Felice Circeo: maltrattamenti sulla figlia 15enne, il padre nega tutto

L'uomo, colpito da divieto di avvicinamento alla ragazza, è stato ascoltato in Tribunale

Ha negato le accuse di maltrattamento della figlia il 51enne di San Felice Circeo raggiunto nei giorni scorsi da un provvedimento contenente un divieto di avvicinamento alla ragazzina.

L’uomo, assistito dall'avvocato Valentina Macor, è stato ascoltato questa mattina in Tribunale dal giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa e ha dichiarato di non avere mai colpito la figlia 15enne, quello che lo ha denunciato raccontando di essere stata più volte picchiata, schiaffeggiata e offesa in maniera pesante. L’indagato, che vive con la ragazza, ha ammesso solo un singolo episodio, uno schiaffo, negando tutto il resto.  

Quanto contenuto nella denuncia troverebbe però conferma anche nella testimonianza delle zie della vittima tanto da convincere il gip ad emettere un divieto di avvicinamento per tutelare l’incolumità della ragazza e in quanto sussisterebbe il pericolo di reiterazione dei reati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Maxi furto in gioielleria con la figlia: arrestata ladra seriale ricercata dalla polizia

  • In auto con 30 chili di droga: corriere fermato a Terracina e arrestato

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento