Cronaca

Si uccide sparandosi con la sua pistola: doveva lasciare la sua abitazione

A trovare il corpo l'ufficiale giudiziario che aveva raggiunto l'abitazione per una liberazione che era stata concordata al termine di un processo

Tragedia a San Felice Circeo questa mattina, dove un uomo si è ucciso sparandosi con la sua pistola. Si tratta di un uomo di 74 anni, trovato morto nel suo appartamento di via Roma da un ufficiale giudiziario. Quest'ultimo oggi, 13 maggio, si era presentato in casa per uno sfratto concordato, senza utilizzo della forza pubblica. L'uomo doveva quindi lasciare la sua abitazione come era stato stabilito al termine di un processo iniziato qualche tempo fa. 

Quando l'ufficiale ha raggiunto l'abitazione ha trovato però l'uomo già privo di vita. Si era sparato con una pistola che deteneva regolarmente in casa. Secondo le informazioni raccolte dai carabinieri della compagnia di Terracina, guidati dal capitano Francesco Vivona, non si è trattato dunque di un'azione dimostrativa dovuta allo sfratto ma di un gesto drammatico che evidentemente l'anziano maturava da tempo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si uccide sparandosi con la sua pistola: doveva lasciare la sua abitazione

LatinaToday è in caricamento