San Felice, fondi per la videosorveglianza: in arrivo altri 38 occhi elettronici

L'infrastruttura di rete in fase di realizzazione è finanziata per 50mila euro con fondi del Ministero dell'Interno e per 65mila euro con fondi comunali

In fase di completamento il sistema di videosorveglianza del Comune di San Felice Circeo la cui installazione è iniziata nelle scorse settimane. Il progetto servirà ed ampliare e completare la rete attuale e a dare copertura a zone fino ad oggi non servite. L'infrastruttura di rete in fase di realizzazione, finanziata per 50mila euro con fondi del Ministero dell'Interno e per 65mila euro con fondi comunali, doterà il territorio di 38 nuovi "occhi elettronici", di cui dieci saranno con il sistema di lettura targa.

Gli "occhi" saranno puntati sulle strade principali di accesso al paese per rendere più facile ed agevole il lavoro delle forze dell'ordine in caso di necessità e per attività investigative legate reati e crimini. Gli altri luoghi definiti sensibili, come banche, scuole, parchi, piazze ed aree pubbliche, saranno dotati di altre telecamere perché ci sia una vigilanza passiva nell'arco delle 24 ore per prevenire la microcriminalità e i reati di danneggiamento di arredo urbano e giochi per bambini, oltre a definire un controllo maggiore alle aree del parco e alla zona di Quarto Caldo con "occhi" puntati anche sull'area di via del Faro e Punta Rossa per la prevenzione e la lotta agli incendi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con le nuove installazioni, in linea con la complessa normativa di settore, privacy inclusa - spiega il sindaco Giuseppe Schiboni - saranno in esercizio circa 60 telecamere che "controlleranno" il territorio e lo renderanno più sicuro grazie al decreto Sicurezza del precedente governo che ha incluso San Felice Circeo, Sabaudia e Formia nella lista dei 400 comuni beneficiari e finanziati con 37milioni di euro. Il progetto realizzato con i fondi del Ministero si è collocato utilmente in graduatoria al 68essimo posto e si muove esattamente nelle linee guida del pacchetto sicurezza che ha ottenuto anche il parere positivo del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica della Prefettura di Latina. Il nuovo sistema in fase di completamento e che entrerà a breve in esercizio dal punto di vista tecnico ha alcune componenti innovative con la possibilità della lettura targa per il controllo degli accessi da e per il territorio di San Felice Circeo. In questo modo vogliamo ulteriormente soddisfare le esigenze dei cittadini che chiedono sempre più maggior controllo del territorio e maggiore attenzione, nel pieno rispetto del programma di governo di questa amministrazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due nuovi positivi al Covid, chiusi tre locali di Latina: il bar 111, L'Ombelico e la pizzeria Scacco Matto

  • Coronavirus, nelle ultime 24 ore 17 contagi nel Lazio e tre in provincia. I dati di tutte le Asl

  • Coronavirus Sabaudia: bagnino positivo al tampone, chiuso stabilimento balneare

  • Coronavirus Sabaudia, due bagnini positivi: chiusi due stabilimenti, una palestra e un bar

  • Coronavirus: 18 nuovi casi nel Lazio, 3 sono in provincia. Chiuso un chiosco a Sabaudia

  • Coronavirus, positivo un altro bagnino. La Asl chiude uno stabilimento balneare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento