Sanità, criticità in provincia: Ordine dei Medici chiede una Conferenza dei Sindaci

“Necessaria una soluzione sulle criticità che mettono a rischio la salute dei cittadini di 33 comuni”: l’appello dell'Ordine al sindaco di Latina, Damiano Coletta

Una Conferenza dei Sindaci per discutere delle problematiche della sanità pontina. Questo quanto richiesto dall’Ordine dei Medici di Latina dopo la riunione del Consiglio Direttivo dell’Ordine che si è svolta lo scorso 27 luglio.

Una riunione in cui sono state prese in esame appunto alcune delle “più importanti criticità riguardo l’assistenza sanitaria nella nostra provincia nell’ambito di una stretta valutazione tecnica peculiare dell’Ordine in quanto ente pubblico ausiliario delle autorità sanitarie e quindi estraneo ad ogni valutazione di tipo politico”.

Un quadro è stato tratteggiato dall’ordine che ha esaminato in maniera pi approfondita “solo alcune delle problematiche attualmente sul ‘tappeto’ e cioè:
- l’incertezza sull’installazione, presso la sede universitaria del Polo Pontino, delle attrezzature promesse da tempo dalla Fondazione Roma;
- la situazione del personale “precario” dell’ASL Latina che vede, sempre più, allontanarsi la possibilità di partecipare alle prove concorsuali;
- la ribadita decisione da parte della Regione Lazio della chiusura dei Punti di Primo Intervento, senza alternative concrete all’assistenza di decine di migliaia di cittadini;
- la mancata conferma del coinvolgimento dei pediatri di libera scelta nei programmi di vaccinazione”. 

Per questo il “Consiglio Direttivo ritiene utile ed opportuno che su tali problematiche sia investita la Conferenza sulla sanità dei Sindaci della provincia. Infatti - spiega l'Ordine in una nota -, le problematiche sopra riportate investono il livello di assistenza riguardante i cittadini di tutta la provincia, ed è pertanto convinto che l'impegno, seppur apprezzabile, dell’amministrazione comunale di Latina non sia da sola sufficiente ma debba essere supportata dai Sindaci della provincia”.

"Le più recenti notizie riportate dalla stampa provenienti dall’Asl circa la persistente fuga dei cittadini della provincia alla ricerca altrove di un’adeguata assistenza, il sacrificio sopportato dal personale sanitario delle nostre strutture suffragato dai dati diffusi dall’Asl circa il risparmio nel bilancio di 6 milioni di euro per riduzione del personale in servizio, e non sostituito, non fanno che rafforzare il convincimento dell’Ordine dei Medici nell’invitare il collega sindaco di Latina Damiano Coletta, in qualità di presidente della Conferenza dei Sindaci della provincia sulla Sanità, ad ampliare il suo raggio di azione poiché una mancata soluzione delle problematiche sollevate ricadrebbe negativamente su tutti i cittadini della provincia e non solo su quelli del comune capoluogo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

Torna su
LatinaToday è in caricamento