Cronaca

Sanità, Presidio Centro in emergenza. Simeone: “Pronti alla mobilitazione popolare”

Il consigliere regionale di Forza Italia appoggia la presa di posizione del sindaco di Fondi De Meo: "Se il presidente Zingaretti non rompe il silenzio, siamo pronti alla mobilitazione popolare"

Pronti alla mobilitazione popolare se non arriveranno risposte concrete da parte del presidente Zingaretti. A parlare è il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone, alla luce delle gravi difficoltà vissute dall’ospedale di Fondi e in generale da tutto il Presidio Centro.

“Se il silenzio del presidente Zingaretti sulla situazione di gravissima emergenza dell’ospedale di Fondi e del Presidio Centro continuerà, unitamente ai colleghi sindaci, passeremo dalla fase istituzionale alla guida di  una mobilitazione popolare” ha annunciato nei giorni scorsi il sindaco di Fondi De Meo nell’ambito di un incontro organizzato da Forza Italia.

Parole condivise a pieno da Simeone pronto ad unirsi alla battaglia “per vedere riconosciuto un diritto inalienabile. Siamo pronti a ricorrere a qualsiasi strumento perché la nostra provincia non sia privata di strutture di eccellenza. Le dichiarazioni di intenti non ci bastano più.

Non ci basta più l’annuncio della realizzazione del Dea di II livello al Santa Maria Goretti di Latina. E’ un passaggio fondamentale ma la crisi della sanità sul territorio ha bisogno di risposte immediate, oggi e non a data da destinarsi.

I 40 medici servono adesso non tra qualche mese. I reparti devono essere operativi sempre, non a fasi alterne. Non si può giocare con la vita delle persone. Per Zingaretti il tempo è scaduto. Su questo siamo irremovibili” ha concluso il consigliere di Forza Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Presidio Centro in emergenza. Simeone: “Pronti alla mobilitazione popolare”

LatinaToday è in caricamento