Cronaca Priverno

Sanità, punto di primo intervento a Priverno: Delogu incontra Sponzilli

Dopo il polverone sollevato nei giorni scorsi per la temuta chiusura del presidio di Priverno, il sindaco ha incontrato il direttore generale della Asl

Il polverone era stato sollevato nei giorni scorsi per la paventata chiusura nelle ore notturne del punto di primo intervento di Priverno.

Una decisione annunciata e dopo solo qualche ora ritirata dalla Asl che ha creato comunque qualche frizione con l’amministrazione del comune lepino.

Per questo motivo stamattina il sindaco, Angelo Delocu, ha incontrato il direttore generale della ASL di Latina, Renato Sponzilli. “Credo sia stato un incontro utile per entrambe le parti – ha commenta Delogu -. Io ho confermato la volontà dell'amministrazione comunale di collaborare con la dirigenza della Asl per cercare di migliorare i servizi offerti ai cittadini della mia città e del comprensorio; il dottor Sponzilli ha ribadito che la Asl punta con forza sullo sviluppo dell'offerta sanitaria sul territorio e Priverno rappresenta un punto cardinale di questo progetto”.

Vari gli argomenti al centro del dibattito, primo fra tutti la ripresa dei lavori della Casa della Salute di Madonna delle Grazie. “Ho ricevuto rassicurazioni che i lavori riprenderanno al più presto. Anzi, il dottor Sponzilli mi ha confermato che il cantiere riaprirà nei primi giorni di settembre, dopo che la Regione e la ditta esecutrice dei lavori hanno trovato un accordo. Certo, ci vorrà un po' di tempo visto che il croniprogramma stilato dalla Regione prevede il termine dei lavori a dicembre 2014, ma grazie a quella struttura riusciremo ad arricchire in maniera sostanziale l'offerta sanitaria del territorio. Non bisogna infatti dimenticare che la Casa della Salute ospiterà servizi di diagnostica d'avanguardia, oltre a servizi sanitari di primissimo livello”.

Rassicurazioni sono arrivate anche sullo stato attuale dell'offerta sanitaria. Dopo il caso della paventata chiusura notturna del Punto di Primo Intervento, sono arrivate precise garanzie dal dottor Sponzilli. “Dall'incontro – afferma il sindaco Delogu – esco anche con la certezza che il territorio non verrà spogliato di altri servizi sanitari. Il Punto di Primo Intervento, il servizio dialisi, il Centro di Salute Mentale e tutti gli altri servizi rimarranno qui, a Priverno e non dovremmo più preoccuparci di decisioni estemporanee come quelle della scorsa settimana”.

Per quanto riguarda, invece, il futuro della struttura dell'ex Regina Elena, storico ospedale del comprensorio dei Lepini, il sindaco Delogu ha proposto “realizzare una Rsa (Residenza Sanitaria Assistenziale) per anziani sfruttando i tanti spazi presenti nella struttura. Il dottor Sponzilli  - ha spiegato lo stesso primo cittadino - mi ha informato dell'esistenza di una convenzione tra l'Azienda e il Comune di Sezze per la realizzazione di una struttura analoga nel territorio comunale setino. Le cose, però, non stanno procedendo spedite e, nel caso dovessero registrarsi altri intoppi, l'Azienda potrebbe anche decidere di dirottare le risorse sul Regina Elena e realizzare lì la Rsa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, punto di primo intervento a Priverno: Delogu incontra Sponzilli

LatinaToday è in caricamento