Sanità, Regione: “Ricetta dematerializzata anche per le visite specialistiche”

La novità annunciata dal governatore del Lazio Nicola Zingaretti: “Si tratta di un passaggio strategico del percorso che stiamo facendo da tre anni per immettere nel sistema sanitario regionale forti dosi di innovazione”

Ricetta dematerializzata anche per le visite specialistiche: questa la novità per il Lazio annunciata dal presidente della Regione Nicola Zingaretti. 

Nei giorni scorsi, infatti, il governatore del Lazio ha firmato il decreto con cui si adotta il Catalogo unico regionale (CUR) delle prestazioni specialistiche, una versione aggiornata e semplificata del nomenclatore nazionale.

“Si tratta di un passaggio strategico del percorso che stiamo facendo da tre anni – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - per immettere nel sistema sanitario regionale forti dosi di innovazione a base di semplificazione, trasparenza e chiarezza, elementi indispensabili anche per azzerare fenomeni negativi. L’introduzione del Catalogo permetterà infatti di passare alla ricetta dematerializzata anche per quanto riguarda la prescrizione delle viste specialistiche”.  

“Il CUR - spiga la Regione in una nota - contiene ad oggi oltre 4.000 prestazioni  prescrivibili a carico del SSR in modalità dematerializzata da parte dei medici della Regione Lazio. In questa prima fase di applicazione è previsto che, in sede di prescrizione dematerializzata, i medici possano, ove lo ritengano opportuno, integrare la descrizione presente nel catalogo con ulteriori specifiche ed indicazioni utili per l’erogatore, utilizzando il campo “note” della ricetta dematerializzata.

Si tratta comunque di un “work in progress” poiché il Gruppo di tecnici ed esperti  che ha lavorato  per la definizione del Catalogo Unico Regionale delle prestazioni specialistiche prescrivibili, continui a svolgere la propria attività raccogliendo ed esaminando, con le modalità che saranno definite e comunicate a tutti i soggetti interessati, osservazioni e suggerimenti finalizzati al miglioramento del CUR, nella prospettiva di realizzare versioni aggiornate del catalogo con cadenza orientativamente semestrale”.

Il  documento, in formato scaricabile, è disponibile per tutti i soggetti interessati mediante la sua pubblicazione nell’area “Servizi Dematerializzata” del Portale regionale della Sanità, all’indirizzo https://www.poslazio.it/opencms7/opencms/sociale/pos/index.html.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

Torna su
LatinaToday è in caricamento