Vigili del Fuoco, celebrazioni al comando provinciale per la Patrona Santa Barbara

Sentita cerimonia domenica mattina presso la sede centrale di Latina. Nel suo lungo discorso il comandante provinciale Liberati ha ricordato l'importante "opera quotidiana di soccorso istituzionale" svolta dai vigili del fuoco

Celebrazioni domenica 4 dicembre presso il comando provinciale dei vigili del fuoco per Santa Barbara, Patrona del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Alle 10 nella sala conferenze della sede centrale si è tenta la Santa Messa officiata da Don Luigi De Castris

La giornata è iniziata alle 8.30 con la deposizione della corona al monumento del vigile del fuoco Giuliano Carturan (caduto nell'assolvimento del dovere durante il proprio servizio che stava svolgendo presso il Comando Provinciale di Latina) al cimitero da parte del comandante Provinciale Maurizio Liberati, coadiuvato dall'ex capo reparto esperto Mario Terelle il quale ha provveduto alla preparazione ed al ritiro della corona che poi il Comandante stesso ha deposto sulla

Il comandante Liberati ha ringraziato tutti i convenuti per la loro nutrita e gradita presenza e poi ha rivolto un caloroso saluto ai vigili del fuoco pensionati, presenti in gran numero con il loro presidente Provinciale Silvio Napoleoni, al personale operativo, amministrativo contabile, tecnico ed informatico, a tutte le loro famiglie nonché a tutti gli ospiti presenti.
Un ringraziamento particolare è stato rivolto a Mons. De Castris da parte del comandante Liberati: "Ti ringrazio Monsignore per averci illuminato con la tua presenza in questa caserma e per la tua omelia semplice e chiara ma molto profonda e piena di religiosità". Il Comandante ha inoltre evidenziato il fatto che "nella ricorrenza annuale della Santa Barbara sentiamo forte il dovere, tutti insieme, il dovere di ringraziare la nostra Santa Patrona, che in un anno così difficile che è stato colpito da eventi gravissimi e calamità di varia natura che hanno tenuti impegnati i Vigili del Fuoco di tutta la nostra nazione, Lei non ha fatto mai mancare la Sua generosa protezione nei confronti di tutti noi”.

Il comandante ha poi proseguito il suo discorso parlando dell'"opera quotidiana di soccorso istituzionale”; “per l' anno in corso il comando provinciale di Latina ha portato a termine oltre 9000 interventi con le squadre operative della sede centrale di Latina, dei distaccamenti di Gaeta Terrestre, Gaeta Portuale, Terracina, Castelforte ed Aprilia,incendi di varia natura, salvataggi e soccorsi, allagamenti, nubifragi, danni provocati dalle raffiche di vento che hanno imperversato e colpito fortemente tutto il territorio provinciale ed in particolare il sud pontino, dissesti statici smottamenti e tanti altri ancora, ma su tutti dominano gli incidenti stradali che hanno tenuto fortemente impegnati tanti nostri Vigili del Fuoco nell' ambito di tutte le Sedi di servizio”.

Liberati ha poi proseguito il suo discorso sottolineando "il grande impegno istituzionale profuso dal Comando in occasione delle gravi calamità che hanno colpito la nostra nazione; ci ha visti impegnati, con varie turnazioni, con ben 270 unità operative, 10 Funzionari Tecnici e 5 unità amministrative, uomini e donne che si sono alternati dalle prime ore del 24 agosto scorso nelle zone terremotate dell'Italia Centrale all'interno del Cratere dell'emergenza sisma, scavando con ogni mezzo o attrezzatura a disposizione ed il più delle volte anche con le mani nude, instancabilmente, al fine di salvare le persone sepolte sotto le macerie, condividendo le tragedie della gente di montagna colpita al cuore, con la paura nei loro occhi che è diventata il motore che ha mosso una straordinaria macchina dei soccorsi, che ha permesso e contribuito ad attutire il colpo e a reagire per ridare speranza al futuro di quelle terre".

“Oggi 4 dicembre 2016, ricorrenza della festività di Santa Barbara, Patrona del nostro amatissimo Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, è per tutti noi una data molto importante, una giornata dedicata ai sentimenti che contano per rinnovare lo spirito della propria missione, o, che si voglia dire, passione, il valore e l'impegno nell'assolvere i propri compiti istituzionali che hanno portato il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, a conferire ben 3 medaglie d’oro alla Bandiera del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco” ha concluso il comandante.

Si è poi passati alla consegna da parte del prefetto di Latina, Pierluigi Faloni e del comandante Liberati, delle 14 "Croci di anzianità" che sono state concesse al personale in servizio presso il comando di Latina,:
1)    Coll. Amm. Cont. FILIPPI Claudio - 2) Coll. Tecn. Inf. FERRATO Antonio - 3) Coll. Tecn. Inf. MARSELLA Daniele - 4) Coll. Tecn. Inf. AMATO Michele - 5) V.E. FUSCO Giovanni - 6) V.Q. FIATTI Tommaso - 7) V.E. FILIPPI Fausto - 8) V.E. AMBROSINO Salvatore - 9) V.E. DE VELLIS Lorenzo - 10) V.F. MONTIN Mirko - 11) V.E. ALLOCCO Francesco - 12) V.Q. ALICANDRO Claudio - 13) V.E. MEROLI Cosmo - 14) V.E. PANNO Aldo.

Il comandante Liberati ha poi consegnato le "Piccozze" ed i "Diplomi di lodevole servizio" al personale collocato in quiescenza nello scorso anno 2015 :
1) C.R.E. ANNARUMMA Gennaro - 2) Coll. Amm. Cont. FILIPPI Claudio (ritirati dal figlio Fausto, Vigile del Fuoco di ruolo in servizio presso il Comando di Latina) - 3) Operatore Esp. MASSI Armanda.

Infine, il prefetto Faloni ha consegnato alla vedova del C.R. Franco De Parolis, deceduto in servizio il 13 settembre 2002 a seguito di incidente stradale avvenuto sulla S.S. Appia mentre si stava recando in Caserma per prendere servizio, una "speciale onorificenza" per l' "onorato servizio denza demerito" svolto nei suoi 26 anni di servizio operativo in vari Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco d' Italia. Era presente alla consegna dell'Onorificenza anche il figlio Ferdinando, attualmente in servizio di ruolo presso il Comando di Latina con la qualifica di Vigile del Fuoco Qualificato.

“A nome di tutto il personale, in particolare a quello del ruolo amministrativo-contabile, rivolgiamo a Santa Barbara una preghiera, chiedendole di accompagnare la collega Marilena Iacomussi, carissima e stimatissima impiegata amministrativa del nostro Comando che ieri pomeriggio è tornata nella Casa del Padre, nell'insegnamento cristiano di cui ha parlato Don Luigi De Castris nella sua omelia durante la S. Messa del mattino” ha concluso il comandante Liberati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento