rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
CRONACA / Santi Cosma e Damiano

Era ai domiciliari ma concordava l'acquisto di una partita di droga

Per l'indagato, già arresto lo scorso agosto, si sono aperte le porte del carcere

Era stato arrestato il 14 agosto scorso in flagranza di reato per detenzione e spaccio di droga e detenzione di arma clandestina. Per l'uomo, un 60enne di Santi Cosma e Damiano, erano stati disposti gli arresti domiciliari. Ma ora si sono aperte le porte del carcere. 

Come accertato dai carabinieri infatti, l'indagato non aveva smesso di coltivare amicizie in ambienti criminali. Nonostante la misura dei domiciliari infatti è stato colto di nuovo in flagranza di reato, per un'operazione legata a un ingente quantitativo di droga proveniente da Napoli. Due uomini provenienti dal capoluogo parteonopeo si erano infatti diretti nel piccolo comune del sud pontino proprio per far visita all'uomo e concordare la consegna dello stupefacente.

Le reiterate violazioni dele misure imposte hanno così portato a un aggravamento della posizione dell'uomo, tanto da far scattare la revoca degli arresti domiciliari e il suo trasferimento nella casa circondariale di Cassino.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era ai domiciliari ma concordava l'acquisto di una partita di droga

LatinaToday è in caricamento