menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesca di frodo sulla scogliera di Scauri, sequestrati 120 chili di cozze

I controlli della Capitaneria di Porto di Gaeta sul litorale: multato anche un sub che faceva immersioni senza il galleggiante

Operazione degli uomini della Capitaneria di Porto di Gaeta che questa mattina hanno individuato e sanzionato un pescatore sportivo per pesca di frodo.

I militari della Guardia Costiera erano impegnati nella attività di monitoraggio e controllo del litorale congiuntamente ai carabinieri della Stazione di Scauri Minturno, quando poco dopo le 8 nei pressi della scogliera cittadina hanno sorpreso una persona intenta a raccogliere mitili. La raccolta però aveva decisamente ecceduto i limiti consentiti dalle norme in materia di pesca sportiva: a fronte dei 6 chilogrammi massimi permessi il pescatore aveva raccolto ben 120 chili di cozze. Dopo essere stato fermato e condotto in caserma i carabinieri e i militari della Guardia Costiera di Formia hanno contestato a T.M. originario della provincia di Caserta, la violazione delle norme in materia di pesca sportiva e gli hanno fatto una multa di 16mila euro oltre a sequestrare tutto il pescato. 

Un secondo intervento degli uomini della Guardia Costiera è stato compiuto nei pressi della scogliera antistante il porto di Formia, nei confronti di un pescatore colto a svolgere attività di pesca subacquea senza l’utilizzo del previsto pallone galleggiante di segnalazione, con grave rischio per la sicurezza in mare. Anche in questo è stata elevata una sanzione amministrativa di mille euro oltre al sequestro dell’attrezzatura da pesca e del prodotto pescato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento