rotate-mobile
Cronaca Sabaudia

Scheletro ritrovato in spiaggia, ieri l'autopsia sui resti. Si attende esame del dna

E' stato effettuato l'esame autoptico sul corpo rinvenuto giovedì tra la Bufalara e Sacramento. Secondo il medico legale si è trattato di una morte per annegamento. Non è stato ancora possibile accertare l'identità

E' stata effettuata ieri l'autopsia sui resti del corpo ritrovato giovedì scorso sulla spiaggia di Sabaudia, tra la Bufalara e Sacramento. Lo scheletro era stato restituito dal mare dopo una violenta mareggiata e aveva un giubbotto tecnico e una muta. Secondo il medico legale Tommaso Cipriani la morte sarebbe sopraggiunta per annegamento, ma resta ancora da accertare l'identità.

Grazie a una serie di controlli incrociati disposti dai carabinieri sui recenti casi di scomparsa in mare, l'ipotesi più plausibile è che i resti appartengano a un velista romano di 50 anni che era scomparso da Tarquinia alla fine di ottobre. L'uomo era uscito in mare e dopo qualche ora la sua barca era stata ritrovata capovolta a diverse centinaia di metri dalla costa. 

Per ogni certezza si dovrà attendere dnque l'esame del dna. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scheletro ritrovato in spiaggia, ieri l'autopsia sui resti. Si attende esame del dna

LatinaToday è in caricamento