rotate-mobile
Cronaca

Ciociaria Oggi in sciopero. Stampa Romana: “Sospendete l’agitazione”

Con una nota a firma del gruppo intra-aziendale annunciato l'inizio della protesta, nonostante l'invito del sindacato di categoria a fare un passo indietro e a sospendere l'agitazione

Era stato annunciato nella giornata di ieri e alla fine è arrivato. Il personale di Ciociaria Oggi e di Cassino Oggi ha dato inizio allo sciopero ad oltranza, come forma estrema di protesta dopo mesi di stipendi non pagati.

“Alle 15 del 17 dicembre 2012, come annunciato nei comunicati precedenti, il personale di Ciociaria Oggi e Cassino Oggi ha intrapreso un’estrema forma di protesta, iniziando uno sciopero ad oltranza affinché vengano saldate da parte della proprietà le spettanze maturate ed inevase” si legge in una nota a firma del gruppo intra-aziendale.

“A scioperare – precisano - sono l’intero corpo redazionale e il personale poligrafico e di segreteria, contrariamente a quanto affermato in una nota di Stampa Romana  (di seguito la nota di Stampa Romana) che fa riferimento ad un piccolo gruppo della redazione di Frosinone, tacciando peraltro il personale di essersi lasciato plagiare da presunti manovratori occulti. L’unico sindacato di categoria sostiene che sia stata riconosciuta parte degli arretrati grazie al lavoro di mediazione portato avanti dal sindacato stesso, ma ad oggi un solo stipendio è stato corrisposto negli ultimi quattro mesi (il saldo del mese di giugno 2012) – continua la nota del personale della testata di Frosinone -. Le condizioni di estrema precarietà si estendono ai locali delle singole redazioni, oggetto di continue ingiunzioni di sfratto per morosità e sovente private di servizi necessari allo svolgimento delle mansioni lavorative. A rendere ulteriormente complesso il lavoro quotidiano si aggiunge il crescente e giustificato malumore dei collaboratori esterni che hanno maturato fino a 25 mesi di spettanze disattese”.

“L’ineluttabilità di questa forma di protesta è di tutta evidenza e pertanto ci amareggia profondamente constatare che la causa non sia sposata nella sua totalità e nella sostanza da chi dovrebbe invece tutelarci costringendoci ad indire lo sciopero con il sostegno dei soli sindacati del personale poligrafico (Cgil, Cisl e Uil) e del gruppo intra-aziendale. Lo sciopero andrà avanti ad oltranza – conclude la nota - e qualora nel periodo di protesta dovesse andare in edicola un prodotto difforme da quello che fino ad oggi è stato confezionato, i redattori, i grafici, le segretarie, i collaboratori, ne prendono sin da ora le distanze”.

LA NOTA DELL’ASSOCIAZIONE STAMPA ROMANA – “L’Associazione stampa romana da mesi sta pazientemente e responsabilmente seguendo le vicende della NEO Srl, società editrice dei quotidiani Ciociaria Oggi e Latina Oggi, reduci dalla fallimentare gestione Ciarrapico che l’ha portati sull’orlo del fallimento. Grazie all’intervento del sindacato ai colleghi giornalisti sono state pagate almeno una piccola parte delle spettanze arretrate accumulate fino ad oggi. Proprio in queste ore sono stati aperti due tavoli di confronto tra le parti, più volte sollecitati dall’Asr e dagli altri sindacati, per arrivare a un accordo che, garantendo la sopravvivenza delle testate, riconosca anche i diritti dei lavoratori dipendenti e dei collaboratori.
Il segretario dell’Asr, Paolo Butturini, contattato dalla minoranza del Comitato di redazione delle due testate aveva espresso parere negativo ad una irresponsabile dichiarazione di sciopero a oltranza in presenza di una trattativa con le controparti Fieg e Azienda. Nonostante la dissociazione, anche della redazione di Latina Oggi, un gruppo di redattori di Frosinone ha deciso comunque di mettere in atto questa estrema forma di protesta. Il conflitto è un mezzo non un fine e lo scopo principale di un sindacato è la tutela dei posti di lavoro. Ribadendo la propria dissociazione da una decisione che divide i lavoratori e minaccia di far fallire l’ultimo tentativo di accordo in favore dei giornalisti, l’Asr afferma che tutelerà il diritto costituzionale di sciopero contro ogni azione unilaterale dell’Azienda. L’Asr si appella, tuttavia, al senso di responsabilità dei colleghi di Frosinone dei quali comprende il disagio e l’irritazione e chiede loro di sospendere l’agitazione restituendo l’unità al sindacato nonché di sedersi domani insieme a Cgil, Cisl e Uil al tavolo della trattativa per ricercare tutti insieme uno sbocco positivo a questa dolorosa vicenda.
L’Asr diffida manovratori più o meno occulti dal soffiare sul fuoco di una protesta senza sbocchi che finirebbe per danneggiare esclusivamente i lavoratori
”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciociaria Oggi in sciopero. Stampa Romana: “Sospendete l’agitazione”

LatinaToday è in caricamento