menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strappa una collana ad una donna, i carabinieri lo rintracciano subito dopo

In manette uno straniero di 23 anni residente ad Al Karama. L’episodio questa mattina: i militari della compagnia di Latina riescono a rintracciarlo in viale Kennedy. La vittima portata in ospedale

E’ durata poco la fuga di un giovane straniero che questa mattina ha scippato una donna in via del Lido a Latina. I militari dell’aliquota radiomobile della compagnia carabineri di Latina hanno tratto in arresto in flagranza di reato un rumeno di 23 anni, residente nel campo nomadi “Al Karama”, nullafacente, con precedenti specifici, ritenuto responsabile dello scippo di una collanina messo a segno (insieme ad altro complice non identificato) in via del Lido, ai danni di una 55enne residente.

 L’uomo si è avvicinato a piedi alla donna e, dopo averle strappato dal collo la collanina, è scappato a bordo di una Alfa Romeo 166 condotta da un complice. La vittima ha immediatamente composto il la sala operativa del 112 che ha allertato la pattuglia in servizio ordinario di perlustrazione.

Dopo poco i carabinieri hanno individuato l’auto degli scippatori nei pressi di viale Kennedy, riuscendo a bloccarla dopo un breve inseguimento.

Nelle concitate fasi il giovane, che ha opposto resistenza ai militari, è stato bloccato mentre il complice è riuscito a fuggire. Nel frattempo la donna si è recata al pronto soccorso dove le stata diagnosticata una “distrazione al rachide cervicale” giudicata guaribile in cinque giorni.

L’arrestato passerà la notte nella camera di sicurezza della caserma di piazza libertà e, dovrà rispondere del reato di rapina impropria oltre che di quello di resistenza a pubblico ufficiale. Sono in corso accertamenti per verificare se l’autore dello scippo è lo stesso che ha messo a segno altri due colpi nella settimana appena trascorsa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento