rotate-mobile
Cronaca

Scuole paritarie, la soluzione: convenzione tra Comune e congregazioni religiose

Una convenzione nell'ambito di un progetto didattico. E' questa la strada individuata dall'amministrazione e illustrata oggi nella riunione del tavolo convocato con i capigruppo in Consiglio, il parroco e le scuole di San Marco

Una convenzione tra Comune e congregazioni religiose nell'ambito di un progetto didattico. E' la strada individuata dall'amministrazione comunale per mantenere la collaborazione con le religiose e assicurare la loro presenza nelle scuole paritarie comunali. Questa opportunità è stata illustrato questa mattina in occasione del secondo incontro del tavolo tecnico istituito per affrontare la questione relativa alla gestione delle scuole paritarie, alla presenza dei capigruppo consiliari, di una rappresentanza delle famiglie degli alunni che frequentano gli asili, delle suore e del parroco di San Marco.

Una soluzione sulla quale le congregazioni dovranno pronunciarsi e a cui si è arrivati dopo diversi approfondimenti condivisi con uno studio legale che avrà l'incarico di produrre gli atti formali sulle nuove convenzioni che regoleranno i rapporti tra Comune congregazioni.

Tavolo paritarie-2

"La strada individuata - ha dichiarato l’assessore all’istruzione Antonella Di Muro - acclarata l’impossibilità di attribuire il carattere di infungibilità al servizio erogato, come da nuovo parere legale, è quella della convenzione tra Comune e Congregazioni religiose nell’ambito di un progetto didattico, un indirizzo peraltro già espresso negli atti dello scorso novembre".

"Tale soluzione - spiegano dal Comune - esula dalla selezione del soggetto erogatore all’interno del mercato e quindi esenta dal ricorso alla disciplina del codice degli appalti, come ha spiegato la segretaria generale Rosa Iovinella. La convenzione, inoltre, prevederebbe un contributo economico a fronte del servizio erogato e non un compenso ai singoli formatori".

Soddisfazione è stata espressa dai comitati dei genitori e dalla rappresentanza delle congregazioni, così come dai consiglieri comunali che hanno auspicato per il futuro il medesimo metodo di condivisione. "Il tavolo aperto a tutti gli attori ha consentito di arrivare ad una soluzione condivisa e ha permesso di puntualizzare la posizione dell’amministrazione circa la volontà di conservare il rapporto con le congregazioni religiose", ha commentato in chiusura il sindaco Damiano Coletta che ha apprezzato la volontà di riportare il confronto su toni concilianti.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole paritarie, la soluzione: convenzione tra Comune e congregazioni religiose

LatinaToday è in caricamento