Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Aprilia / strada regionale Pontina

Senza assicurazione sulla Pontina, latitante arrestato. Il padre arriva in auto contromano

I fatti ad Aprilia. Il giovane di 23 anni portato in carcere al termine degli accertamenti; multati i genitori giunti alla caserma della polizia stradale contromano. Il padre del ragazzo multato, anche, perché aveva la revisione falsa

Un giovane latitante arrestato, denunciato il padre e una serie di multe per tutta la famiglia: si è conclusa così una brillante operazione della polizia stradale di Aprilia al comando dell’ispettore Massimiliano Corradini.

I fatti nel pomeriggio di oggi quando gli agenti del distaccamento di via Belli a seguito dell’intensificazione dei controlli alla circolazione stradale, anche attraverso l’utilizzo di apposite apparecchiatura per la lettura automatica delle targhe dei veicoli sulla Pontina. Durante l’attività all’altezza del chilometro 45 è stata fermata una Polo guidata da un giovane: l’apparecchiatura Scout Nav, infatti, aveva segnalato la targa del veicolo come positiva in quanto priva della prevista copertura assicurativa.

Al termine degli accertamenti gli agenti hanno scoperto che il giovane, un 23enne cittadino italiano di origini serbe, risultava colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura presso il tribunale per i minorenni di Roma nel aprile 2015, epoca questa in cui si è reso latitante, dovendo lo stesso espiare un residuo pena detentiva.

Per questo il 23enne, a cui è stata elevata anche una multa di mille euro, è stato arrestato e portato nel carcere di via Aspromonte a Latina. L’auto è stata posta sotto sequestro amministrativo e affidata al deposito giudiziario.

Nel frattempo gli agenti hanno convocato i genitori del ragazzo che, non curanti della segnaletica stradale, hanno raggiunto la caserma di via Belli contromano e parcheggiato sul marciapiede. Per questo sono stati multati.

Al termine di ulteriori accertamenti è stato poi appurato che la Mercedes con targa bulgara su cui si trovavano i genitori del 23enne aveva la certificazione relativa alla revisione palesemente falsa; il padre, un uomo di 55 anni, è stato quindi denunciato per uso di atto falso e multato, mentre la certificazione relativa alla revisione è stata sequestrata .

La Mercedes infine, è stata sospesa dalla circolazione sino a nuova revisione che dovrà essere effettuata obbligatoriamente in Bulgaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza assicurazione sulla Pontina, latitante arrestato. Il padre arriva in auto contromano

LatinaToday è in caricamento