Senzatetto al freddo, due morti in pochi giorni in provincia. L’appello al prefetto

Lettera aperta di Sergio Sciaudone (Partito Comunista) al prefetto Faloni dopo la morte di due clochard a Latina e Formia: "Necessari punti di prima accoglienza notturna un coordinamento interistituzionale per i rimpatri volontari assistiti"

La realizzazione di punti di prima accoglienza per notturna per i senzatetto e un coordinamento interistituzionale per i rimpatri volontari umanitari assistiti: è questo l’appello che Sergio Sciaudone (Partito Comunista) rivolge al prefetto di Latina, Pierluigi Faloni.

Una lettera aperta quella di Sciaudone al prefetto che arriva dopo la morte di due clochard - in pochi giorni in provincia - nel capoluogo pontino e Formia e con la quale avanza le due proposte per affrontare la situazione ed aiutare i senzatetto ad affrontare l’inverno.

DI SEGUITO LA LETTERA DI SCIAUDONE AL PREFETTO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli ultimi giorni due senzatetto sono stati trovati morti, a Latina e Formia. Si tratta di immigrati che trascorrevano la notte in ripari di fortuna, la morte è stata causata da malattie non curate e dall'abbandono. Condizioni aggravate dal freddo intenso .
E' del tutto evidente che gli enti locali, anche quest'anno, non sono stati in grado di organizzare per tempo strutture essenziali di accoglienza in emergenza, per questa parte più povera e sfortunata dalla popolazione eppure si tratta di far fronte ad una situazione che si ripete ogni anno.
Come è a sua conoscenza vi sono nel territorio della provincia di Latina numerosi altri senzatetto, alcuni in precarie condizioni di salute, che necessitano di un luogo dove trascorrere la notte ed evitare la morte per il freddo.
Alcuni di loro richiedono di essere rimpatriati e anche in questo caso rileviamo l’inconsistenza, o meglio lo smantellamento, dei servizi di coordinamento per i rimpatri volontari umanitari assistiti. Parliamo di servizi che erano già stati attivati dalla disciolta sala operativa sociale della Provincia e della Prefettura, dal 2007 al 2009.
La prego, pertanto, di considerare l'opportunità di convocare un incontro con le istituzioni che devono occuparsi della questione, dalla Asl ai Comuni, alle forze di polizia, richiedendo anche la partecipazione della Regione che può assicurare un prezioso supporto (programmazione dei distretti socio-sanitari e sostegno al volontariato). La prego di convocare alla riunione anche il volontariato, allargando la partecipazione e l'invito a tutte le associazioni della protezione civile e del sociale che intendono aderire. Una richiesta di partecipazione aperta a tutti, anche per superare l'annosa questione delle associazioni non gradite ed emarginate perchè non allineate ai sindaci e agli assessori del momento.
La proposta che vorrei avanzare è che :
- si provveda a realizzare, con la massima urgenza nei distretti vari punti di prima accoglienza notturna per i senzatetto (dove non sia possibile anche con utilizzo di tende della protezione civile );
- si provveda a creare, presso codesta Prefettura, un coordinamento interistituzionale per i rimpatri volontari umanitari assistiti. Coordinamento che disponga dei (pochi) fondi necessari per assicurare la realizzazione di 30-40 rimpatri volontari all’anno
".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento