menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Discariche abusive di rifiuti speciali, scattano i sequestri della Forestale

Le operazioni nel territorio di Terracina, rispettivamente nei pressi di un'officina meccanica e di un cantiere edile. Denunciate complessivamente quattro persone per reati ambientali

Sequestrati circa 2mila metri quadrati di terreno dove erano stati depositati rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, come carcasse e parti di automobili, motori, pneumatici e batterie per circa 80 metri cubi. L'operazione è scattata in un'area vicina a un’officina meccanica di Terracina, nella zona di Borgo Hermada ed è stata effettuata dalla stazione dei carabinieri Forestale di Terracina durante un controllo del territorio finalizzato al contrasto di reati contro l'ambiente. 

I rifiuti erano abbandonati sul terreno, probabilmente da moltissimo tempo, con evidenti tracce di inquinamento del suolo a causa del  percolato.Oltre al sequestro dell’area e dei rifiuti, è stato deferito all'autorità giudiziaria un uomo di 50 anni, titolare di un'attività artigianale, per violazione della normativ sui rifiuti e per inosservanza della norma regionale per il contenimento e trattamento delle acque di prima pioggia e di lavaggio delle aree esterne ai siti industriali e assimilati. 

Una seconda operazione, che ha riguardato sempre il territorio di Terracina, è scattata durante un controllo di un cantiere edile in fase di edificazione, dove è stata accertata la presenza di materiali da demolizione, miscelati tra rifiuti pericolosi e non provenienti dal cantiere oggetto di controllo, abbandonati in parte sull’alveo  del Fiume “Sisto” e in parte nel canale San Vito.

Anche in questo caso si è proceduto al sequestro preventivo dei rifiuti, per un totale di oltre 60 metri cubi e sono state denunciate tre persone: il proprietario dell’immobile di 72 anni, il direttore dei lavori e il legale rappresentate della ditta che ha eseguito la demolizione e il  trasporto dei rifiuti in un luogo diverso dal centro di recupero inerti.

Contstato il concorso di persone nel reato di  smaltimento e gestione illecita di rifiuti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento