Case popolari occupate, alloggio sequestrato: era nella disponibilità di un Di Silvio

E' accaduto in via Londra a Latina. Un anno fa l'esponente della famiglia rom era stato sgomberato da un altro appartamento nello stesso stabile

Prosegue l'azione di contrasto e prevenzione della Questura di Latina alle occupazione abusive degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Questa mattina la Digos ha eseguito un sequestro preventivo di un appartamento di proprietà dell'Ater in via Londra, che era stato occupato senza titolo. Il provvedimento è scattato in esecuzione di un decreto del tribunale di Latina emesso su richiesta della Procura di Latina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polizia ha accertato che l'alloggio era nella disponibilità di un noto esponente della famiglia Di Silvio, che già lo scorso anno era stato destinatario di un analogo provvedimento dopo aver occupato un altro appartamento dello stesso stabile, da cui poi era stato sgomberato. L'immobile sequestrato è stato riaffidato al direttore generale dell'Ater, nominato dalla Procura custode giudiziario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 227 i contagiati in provincia. Nel Lazio 173 casi positivi in un giorno

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus, è morto il Paziente 1 di Fondi: era uno dei partecipanti alla festa di Carnevale

  • Coronavirus Latina: 193 i casi positivi nella provincia pontina, 1540 in tutto il Lazio

  • Coronavirus Fondi: il termoscanner individua un positivo al Mof, 140 screening su casi sospetti

  • Coronavirus, prima vittima a Latina: era un dipendente dell'Inps. Morto anche un anziano di Fondi

Torna su
LatinaToday è in caricamento