Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Roccasecca dei Volsci

Sequestrato centro stoccaggio con 1300 tonnellate di rifiuti speciali

Blitz della forestale in un capannone a Roccasecca. Imprenditore di 60 anni denunciato per violazione normativa che disciplina la gestione dei rifiuti e il mancato rispetto delle norme antincendio

Sequestrato a Roccasecca dei Volsci un grosso centro di stoccaggio di rifiuti speciali con all’interno 1300 tonnellate di materiale.

Il blitz della forestale di Terracina e Priverno è scattato al termine di mirate indagini che hanno portato a scoprire il capannone industriale contenente le circa 1.300 tonnellate di rifiuti speciali, costituiti prevalentemente da teli e altri materiali di polietilene utilizzati in agricoltura.

"Tali materiali - viene spiegato in una nota - provenivano da un centro di stoccaggio e recupero di materiali plastici della stessa Azienda, con sede in Terracina, e con una rete di rapporti commerciali con diverse aziende distribuite in tutto il territorio nazionale. La ditta in questione, oltre a superare il quantitativo di rifiuti per i quali era autorizzata alla lavorazione, li ha stoccati abusivamente nel capannone situato nel comune di Roccasecca dei Volsci, senza ottenere alcuna autorizzazione”.

All’imprenditore di 60 anni, denunciato per la violazione della normativa che disciplina la gestione dei rifiuti, è stato poi contestato anche il mancato rispetto delle norme antincendio, dal momento che per tale struttura non è stato acquisita la specifica autorizzazione da parte dei Vigili del Fuoco, oltre alla mancanza di un piano di sicurezza.

Interessata anche l’Arpa per meglio caratterizzare i rifiuti, compreso l’eventuale livello di contaminazione da eventuali sostanze pericolose costituite da prodotti chimici di sintesi quali insetticidi ed anticrittogamici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato centro stoccaggio con 1300 tonnellate di rifiuti speciali

LatinaToday è in caricamento