rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Deposito incontrollato di rifiuti: sigilli a un impianto di trattamento

Il provvedimento è scattato per una società di Latina dopo le ispezioni dei carabinieri forestali e dell'Arpa Lazio

Un impianto di trattamento di rifiuti inerti di Latina, un’area di stoccaggio e un’area di deposito sono stati sequestrati dai carabinieri della stazione forestale di Latina nel corso di un servizio di controllo in collaborazione con i tecnici di Arpa Lazio.

Il sopralluogo e le ispezioni hanno consentito di accertare, in un’area di circa tre ettari dell’impianto di trattamento, la presenza di cumuli di inerti per un’altezza di circa 25 metri, cumuli di rifiuti e materia prima lavorata miscelati. Tutto in violazione delle prescrizioni e delle normative ambientali di riferimento.

In un’altra area adiacente, di proprietà della stessa società di Latina e non autorizzata allo stoccaggio di rifiuti, è stata poi accertato un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi su una superficie di circa 7mila metri quadrati. L’impianto di trattamento e le aree adiacenti sono state sottoposte a sequestro preventivo e l’amministratore unico della società è stato denunciato. Si tratta di una donna di 53 anni residente a Sezze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deposito incontrollato di rifiuti: sigilli a un impianto di trattamento

LatinaToday è in caricamento