Sezze, la scoperta durante l’arresto: sequestrati 27 chili di polvere pirica

In carcere un 66enne del comune pontino per sfruttamento della prostituzione; nella stessa operazione denunciato anche per fabbricazione o commercio abusivo di materiale esplodente

Manette e denuncia per un 66enne di Sezze. Nella notte i carabinieri del comando del locale comando stazione si sono recati nella sua abitazione per arrestarlo e si sono trovati davanti anche circa 27 chilogrammi di polvere pirica illegale.

I militari pontini eseguivano un provvedimento emesso dalla Corte di Appello di Roma nei confronti dell’uomo che doveva espiare una pena di 3 anni di reclusione per il reato di sfruttamento della prostituzione.

Durante l’operazione, gli agenti hanno rinvenuto, nascosti nella cantina dell'abitazione, anche 27 chili di polvere pirica detenuta illegalmente; per questo nei confronti del 66enne è partita una denuncia all’autorità giudiziaria per fabbricazione  o  commercio  abusivo  di  materiale  esplodente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il materiale è stato tutto posto sotto sequestro mentre l’arrestato è stato trasferito presso la casa circondariale di via Aspromonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, contagi a Priverno. Il sindaco spegne le polemiche: “Nessuna zona rossa”

Torna su
LatinaToday è in caricamento