rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Clan Di Silvio, sequestro di beni a carico di Costantino detto Cha Cha

Un patrimonio di 20mila euro: tre motocicli, una Volkswagen e poi il 50% delle quote della società Us Campo Boario srl, la cui restante parte era già stata sequestrata al suo socio Gianluca Tuma

Un sequestro preventivo di beni è stato eseguito dalla Divisione Anticrimine della Questura di Latina a carico di Costantino Di Silvio, detto "cha cha", appartenente alla nota famiglia di etnia rom i cui componenti sono stati ripetutamente coinvolti in inchieste legate all'usura, al traffico di sostanze stupefacenti e alle estorsioni.

Costantino Di Silvo, classe '67, da sempre gravitava nel tessuto criminale del capoluogo e le indagini della Questura hanno dimostrato "la sua spiccata capacità non solo di compiere ma anche di organizzare, promuovere e gestire trame criminali".L'ultimo arresto risale all'ottobre del 2015 con l'operazione Don't Touch, per aver costituito e diretto un'associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una serie di reati tra cui lesioni aggravate, estorsioni, usura, traffico di stupefacenti, con la disponibilità di armi da fuoco e in grado di condizionare le attività produttive e il commercio del capoluogo. Il processo a suo carico, per l'operazione Don't Touch, si era concluso nel 2016 con la condanna a 11 anni di reclusione e 3.500 euro di multa.

Le successive indagini patrimoniali hanno poi consentito agli investigatori della Divisione Anticrimine di accertare l'esistenza di alcuni beni che Di Silvio, che di fatto risultava quasi privo di redditi, avrebbe acquistato con i proventi delle attività illecite.

Si tratta però di un patrimonio di piccole dimensioni: i beni sottoposti a sequestro ammontano infatti a circa 20mila euro. Si tratta in particolare di tre motocicli, un'auto Volkswagen e poi il 50% delle quote della società Us Campo Boario srl, la cui restante metà era già stata sequestrata, nell'ambito di un provvedimento analogo a questo, al suo socio Gianluca Tuma. Sotto sequestro anche tutti i rapporti attivi con istituti di credito intestati a Costantino Di Silvio e alla Us Campo Boario.

Il collegio penale discuterà la misura di sequestro preventivo dei beni insieme a quella per la sorvglianza speciale il prossimo mese di novembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clan Di Silvio, sequestro di beni a carico di Costantino detto Cha Cha

LatinaToday è in caricamento