Cronaca

Botti di Capodanno, sequestrate 4 tonnellate dirette a Latina

Operazione della guardia di finanza che ha denunciato due uomini delle province di Chieti e Napoli; il furgone con il carico intercettato San Nicola La Strada. Il carico doveva arrivare a Latina

Dovevano arrivare a Latina le oltre 4 tonnellate di botti di Capodanno illegali sequestrati dalla guardia di finanza di Caserta. L’operazione delle fiamme gialle durante un normale servizio di controllo del territorio che ha portato al sequestro di 4.200 chilogrammi di artifizi pirotecnici di IV e V categoria e alla denuncia di due uomini di 52 e 46 anni, il primo originario della provincia di Chieti il secondo di Napoli responsabili dei reati di fabbricazione o commercio abusivi di materie esplodenti e omessa denuncia alle Autorità competenti.

I due sono stati intercettati a bordo di un furgone in località San Nicola La Strada quando l’attenzione dei militari, che hanno seguito il mezzo fino ad un deposito di autobotti di Marcianise (Caserta), è stata attirata dallo strano atteggiamento del conducente. Giunti sul posto la finanza ha eseguito un controllo del furgone all’interno del quale è stato rinvenuto un grosso quantitativo di fuochi d’artificio che stava per essere stipato all’interno del capannone, in attesa di essere immesso sul mercato clandestino in prossimità delle festività natalizie.

Le successive operazioni di perquisizione estese anche al magazzino hanno consentito di rinvenire ulteriori sette bancali contenenti materiale pirotecnico, per un quantitativo complessivo che superava le quattro tonnellate.

“Nel corso delle operazioni di polizia giudiziaria - spiegano i finanzieri - è stata reperita anche la documentazione comprovante l’illecito traffico, dalla quale i finanzieri hanno scoperto che il carico di “botti” trasportati sul furgone era stato prelevato presso una società di Chieti con destinazione Latina, ma di fatto consegnato in località Marcianise”. In corso ulteriori indagini per individuare ulteriori autori dell’illecito traffico e, soprattutto, a risalire alle rotte commerciali di approvvigionamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti di Capodanno, sequestrate 4 tonnellate dirette a Latina

LatinaToday è in caricamento