Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Terracina / strada regionale Pontina

Sequestro di funghi porcini sulla Pontina, multa per venditore abusivo

L'uomo, un 41enne della provincia di Frosinone, scoperto sulla 148 a Terracina a vendere senza le autorizzazioni. Sequestrate 4 cassette di prodotti sprovvisti di certificazione di provenienza

Multa salata per un abusivo sorpreso a vendere, senza autorizzazioni, funghi porcini sulla Pontina e il sequestro di quatto cassette di prodotti.

E’ accaduto questa mattina lungo la regionale 148 a Terracina, durante un servizio di controllo e vigilanza da parte della polizia stradale del locale distaccamento, che si è concentrata anche sui controlli della filiera igienico-sanitaria sul trasporto merci.

L’uomo, un 41enne della provincia di Frosinone, è stato sorpreso mentre vendeva ai passanti funghi porcini che dichiarava provenienti dai rigogliosi boschi laziali.

Gli ulteriori accertamenti da parte degli agenti hanno permesso di scoprire che il venditore, oltre ad essere privo di autorizzazione per l’esercizio di tale commercio e ad occupare in maniera abusiva le pertinenze stradali, stava vendendo un prodotto risultato privo di certificazione di provenienza.

“In tali casi mancando il prescritto controllo sulla filiera, dalla produzione alla commercializzazione - spiegano dalla stradale -, il prodotto, probabilmente di origine comunitaria ma praticamente di provenienza ignota, può considerarsi potenzialmente nocivo per il consumo umano”.

Multa di 4200 euro per il venditore abusivo che si è visto sequestrare anche quattro cassette di funghi, poi distrutte su apposita ordinanza del Sindaco del Comune di Terracina. Sul posto è intervenuto anche il personale del competente Ufficio Ausl, per gli accertamenti di competenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro di funghi porcini sulla Pontina, multa per venditore abusivo

LatinaToday è in caricamento