rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Centro

Giardinetti pubblici, sequestrate le giostre: erano senza autorizzazioni

Sigilli della polizia municipale alle giostre all'interno del parco pubblico "A. Mussolini" anche per mancanza dei requisiti di sicurezza, oltre alla occupazione abusiva di suolo pubblico

Sequestrate le giostre del parco pubblico “A. Mussolini”. Questa mattina gli uomini della polizia municipale hanno fatto scattare i sigilli alle 7 strutture ludiche presenti all’interno dei giardinetti.

Il provvedimento è arrivato a seguito di una serie di controlli effettuati dalla polizia locale grazie ai quali è stato accertato che le giostre erano prive delle necessarie autorizzazioni per l’esercizio dell’attività. In particolare, è stato verificato che l’unica autorizzazione in possesso dei gestori risale al 2003 ed era temporanea per soli sei mesi.

Per questo è stato anche denunciato il gestore del complesso delle giostre per violazione dell’art. 80 del TUCS;  gli agenti hanno così proceduto con il sequestro preventivo delle strutture anche per mancanza dei requisiti di sicurezza, oltre alla occupazione abusiva di suolo pubblico.

“Abbiamo proceduto ad intervenire e sequestrare le strutture soprattutto perché, dai controlli effettuati, è emerso che le giostre in questione non solo erano prive di autorizzazioni ma di ogni garanzia di sicurezza, mettendo così a serio rischio l’incolumità dei bambini”, ha detto il comandante Francesco Passaretti.

Intanto il Comune sta predisponendo un apposito bando per affidare la gestione dei giardini pubblici a chi avrà i necessari requisiti, nella massima sicurezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardinetti pubblici, sequestrate le giostre: erano senza autorizzazioni

LatinaToday è in caricamento