rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Terracina

Materiale esplosivo, sequestrati 100 chili ad altissimo potenziale

Il sequestro da parte della guardia di finanza di Terracina che ha arrestato i due responsabili, un 30enne pontino e un 47enne napoletano, entrambi gestori di un'attività commerciale

Sono stati trovati in possesso di circa 100 chili di esplosivo ad altissimo potenziale e, con l’accusa di detenzione illegale di materiale esplodente sono finiti in carcere in attesa del processo

Si tratta di un 30enne di Terracina e di un 47enne napoletano, entrambi gestori di un’attività commerciale nella città pontina.

La scoperta è stata fatta dagli agenti della guardia di finanza di Terracina durante un normale controllo. I due erano a bordo della loro vettura provenienti da Napoli quando sono stati fermati dalle fiamme gialle. I successivi controlli effettuati dagli uomini in divisa hanno permesso di scovare i 400 ordigni (cosiddette “cipolle”), per il peso complessivo di 100 chili, nascosti in grossi sacchi di plastica.

Entrambi sono stati arrestati e trasferiti presso la casa circondariale di via Aspromonte.

“Il materiale esplodente sequestrato, confezionato senza il benchè minimo rispetto delle norme di sicurezza, è ritenuto estremamente pericoloso in quanto, ove incautamente manipolato, avrebbe potuto arrecare gravissimi danni, sia alle cose che alle persone, potendone cagionare addirittura il decesso – si legge in una nota della guardia di finanza -. Infatti si tratta della tipologia più distruttiva tra i vari fuochi d’artificio illegali immessi clandestinamente sul mercato in occasione delle prossime festività natalizie”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Materiale esplosivo, sequestrati 100 chili ad altissimo potenziale

LatinaToday è in caricamento