Minturno, sequestrate tre strutture per ormeggi abusive sul fiume Garigliano

L'operazione della guardia di finanza; il sequestro eseguito dalle fiamme gialle ha interessato manufatti e pontili comprendenti un'area di circa 1.500 metri quadri mentre sono stati denunciati tre operatori commerciali di Minturno

Sequestrate tre strutture abusive per la custodia e l’ormeggio di natanti a Minturno, presso la foce destra del fiume Garigliano e tre persone denunciate.

L’operazione è della guardia di finanza nell’ambito di un’attività mirata al contrasto ed alla repressione dell'abusivo sfruttamento del demanio e delle attività economiche connesse all'ormeggio illegale dei natanti.

Come scoperto dalle fiamme gialle, infatti, le tre strutture erano state realizzate sul demanio fluviale in assenza di qualsiasi titolo autorizzativo.

“L'azione posta in essere dal gruppo di Formia, sviluppata con l'ausilio di un elicottero della sezione aerea di Pratica di Mare, che ha permesso di individuare con precisione le aree con relative strutture da sottoporre a controllo e con un'unità della sezione navale di Gaeta che ha fornito un riscontro via mare - si legge una nota della guardia di finanza -, è stata indirizzata a tutela dell'ambiente con il preciso obiettivo di scongiurare eventuali ipotesi di illecito sfruttamento in danno al patrimonio dello stato.

L'operazione di servizio concretizzatasi mediante il sistematico monitoraggio del territorio (litorale e fluviale) nonché con preliminari approfondimenti condotti anche attraverso il ricorso alle banche dati in uso al corpo, ha consentito di individuare diversi soggetti che, coinvolti in abusi edilizi ovvero in potenziali alterazioni del paesaggio e/o del territorio, hanno causato, con le loro attività economiche chiari e precisi danni al demanio dello stato ed all'economia legale”.

Alla fine sono stati denunciati alla Procura di Cassino tre operatori commerciali di Minturno per abusiva occupazione di beni appartenenti al demanio o al patrimonio dello stato e per abusi edilizi e violazioni ai vincoli paesaggistici, mentre il sequestro eseguito dalle fiamme gialle ha interessato manufatti e pontili comprendenti un'area di circa 1.500 metri quadri

“Sono in corso approfondimenti relativi ai profili fiscali ed in materia di lavoro e contributiva nei confronti dei soggetti economici occupanti le aree in questione, avuto riguardo ai dipendenti ed alle imbarcazioni ormeggiate nei predetti pontili” concludo dalla guardia di finanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina: 149 i nuovi casi in provincia, ma i guariti sono 190. Altri 4 decessi

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento