rotate-mobile
Cronaca Formia

Le promette un lavoro, poi la sequestra per farla prostituire: arrestato

Arrestato un 26enne a Formia: dopo aver contattato la 18enne su facebook, promettendole un lavoro come badante, l'ha segregata in casa per 9 giorni. La ragazza è riuscita a liberarsi e ad allertare i carabinieri

Un incubo durato 9 giorni che si è concluso solo grazie al suo coraggio: dopo essere stata segregata in casa per oltre una settimana dal suo aguzzino che voleva farla prostituire, è riuscita a fuggire allertando i carabinieri che hanno arrestato un giovane di 26 anni di nazionalità albanese residente ad Altamura in provincia di Bari.

I fatti si sono verificati a Formia e per il giovane finito in manette le accuse dono di sequestro di persona e induzione alla prostituzione.
Secondo quanto ricostruito dai militari, il giovane avrebbe contattato la ragazza di 18 anni residente in Romania attraverso facebook promettendole un posto di lavoro a Formia come badante.

Una volta giunta in Italia nei primi giorni dell’anno, però, la giovanissima è stata segregata in casa dal suo aguzzino con l’intento di farla prostituire.

Approfittando di una disattenzione del suo sequestratore la 18enne, dopo giorni di paura e terrore, è riuscita a fuggire e a raggiungere la caserma dei carabinieri di Formia, già allertati dalla sorella che aveva denunciato la sua scomparsa.

L’immediato intervento dei militari che si erano già messi in moto per rintracciare la ragazza, ha permesso di scovare il 26enne nella stessa abitazione dove aveva segregato la ragazza e dove erano pronti i suoi bagagli e quelli della vittima pronti per l’immediato trasferimento in un’altra città.

Dopo l’arresto per lo straniero si sono aperte le porte del carcere di Cassino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le promette un lavoro, poi la sequestra per farla prostituire: arrestato

LatinaToday è in caricamento