Cronaca Terracina

Picchiato per un debito del fratello: arrestati per sequestro di persona

Lesione e minacce le altre due accuse per i 3 giovani finiti in manette a Borgo Hermada per aver percosso un coetaneo costringendolo in macchina fino al pagamento dei 1500 euro

Doveva scontare un debito del fratello. Questa la sua colpa che lo ha portato a vivere momenti di vera paura. Dopo essere stato costretto nella loro vettura, tre giovani lo hanno picchiato e minacciato di  non liberarlo se non avesse versato loro la somma che gli spettava.

Fortunatamente a salvarlo i carabinieri che sono riusciti a tirarlo fuori dalla vettura e hanno arrestato i tre malviventi.

Scenario della vicenda Borgo Hermada. Nella giornata di ieri tre giovani tutti domiciliati a Frosinone, un italiano di 29 anni e due suoi coetanei di nazionalità albanese, uno di 27 e uno d25 anni, dopo aver ripetutamente percosso un ragazzo lo hanno privato della libertà personale e minacciato di trattenerlo in macchina fino al completo pagamento del debito.

La richiesta dei malviventi, infatti, era una sola. La giovane vittima doveva estinguere un debito di 1500 euro che il fratello aveva contratto con loro.

È stato tempestivo, quindi, l’intervento dei carabinieri del comando stazione di Terracina che in nottata hanno liberato lo sfortunato ragazzo dalla vettura.

Immediato il suo trasporto all’ospedale dove gli è stato riscontrato un trauma contusivo facciale giudicato dai medici guaribile in 5 giorni.

I tre malviventi invece sono finiti in manette e trasferiti presso la casa circondariale di via Aspromonte; le accuse per loro sono di sequestro di persone, minacce e lesioni in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato per un debito del fratello: arrestati per sequestro di persona

LatinaToday è in caricamento