Ospedale di Fondi, Pirozzi: "Smembramento dovuto a una spirale di scelte scorrette"

Intervengono sul caso Sergio Pirozzi la rappresentante della lista Pirozzi in provincia di Latina Lucia Matita: "Riportare la struttura all'efficienza"

“Bisogna mettere un punto allo smembramento dell’ospedale di Fondi. Restituire serenità e speranza ai cittadini e ai malati. Per questo motivo ci faremo promotori di qualsiasi iniziativa volta a riportare la struttura sanitaria di Fondi all’efficienza”. Sono le parole di Sergio Pirozzi e della rappresentante della lista Pirozzi in provincia di Latina Lucia Matita.

“La triste storia dell’ospedale di civile di Fondi: ottima struttura, pronto soccorso, radiologia con Tac, un laboratorio di analisi, il reparto Medicina con 25 posti letto, chirurgia, ginecologia e ostetricia, neonatologia, pediatria, una sala operatoria e ambulatori di cardiologia, broncopneumologia, oculistica, dermatologia  e servizio domiciliare per i pazienti. Un vero gioiello che finisce nella spirale delle varie correnti politiche che manovrano i diversi settori sanitari. Una sequela di scelte scorrette che hanno portato il nosocomio di Fondi ad essere visto come un luogo da evitare”.

sergio_pirozzi-2

La lista Pirozzi passa quindi ad elencare le scelte che nel tempo hanno penalizzato la struttura, a partire da quella di ridurre la funzionalità della radiologia e laboratorio di analisi nei giorni feriali e in modalità h12, la chiusura del reparto di chirurgia con la perdita dei 25 posti letto, il reparto di ginecologia che è diventata unitò operativa complessa, come il reparto di medicina e il pronto soccorso”.

“Entrambi – prosegue Pirozzi – non hanno a disposizione i servizi di cardiologia, laboratorio di analizi e radiologia h24. E in ultimo lo scorso 10 aprile la Uoc di Pediatria è diventata unità operativa semplice passando sotto le direttive del primario dell’ospedale Dono Svizzero di Formia. Così facendo i pazienti bisognosi di ulteriori indagini urgenti dovranno essere trasferiti in altre strutture, tra Formia, Terracina, Latina, Roma. Stessa sciagura per gli utenti del pronto soccorso. Capirete quindi bene che con il tempo questo carosello, sulla pelle degli utenti, porterà sconforto e paura.  I cittadini sfibrati da queste scelte al di fuori di ogni logica non si sentono tutelati da nessuno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si parla di un bacino di utenza molto elevato che comprende i paesi di Fondi, Lenola, Monte San Biagio, Sperlonga, Pico, Pastena, Vallecorsa, Campodimele e Itri – conclude Pirozzi – Come rappresentante in Consiglio regionale nei prossimi giorni mi farò promotore del disagio di chi, sulla propria pelle, paga un ingiusto dazio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi a Formia. L'annuncio del sindaco

Torna su
LatinaToday è in caricamento