Sezze, vasto rogo sul Monte Trevi: individuato e fermato il piromane

L'incendio divampato il 14 agosto. L'uomo aveva appiccato il fuoco lungo la strada e in poche ore le fiamme hanno raggiunto la collina

E' stato individuato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto il presunto responsabile di un incendio boschivo divampato a Sezze, in località Monte Trevi, nella giornata del 14 agosto. 

Le attività di indagine, condotte dai carabinieri delle stazioni forestali di Priverno e Cisterna e del NIpaaf, supportate anche dalle testimonianze raccolte da alcuni cittadini della zona, hanno consentito di accertare che un uomo di nazionalità indiana aveva appiccato il fuoco in diversi punti della vegetazione lungo la strada, in prossimità del vecchio tracciato della strada 156. Le fiamme hanno poi provocato un vasto incendio che si è sviluppato raggiungendo la vicina zona collinare di Monte Trevi e il bosco. 

Trattandosi di una zona fortemente urbanizzata, il rogo ha lambito pericolosamente anche alcune abitazioni. L'incendio ha reso necessario il lungo lavoro di diverse squadre di vigili del fuoco e di volontari della protezione civile con l'intervento di tre mezzi aerei, due elicotteri e un canadair.

I militari hanno quindi proceduto al fermo di indiziato di delitto del presunto responsabile, che dopo le operazioni di fotosegnalamento è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della compagnia dei carabinieri di Terracina, in attesa dell’udienza di convalida da parte del Gip del Tribunale di Latina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento